Questo sito contribuisce alla audience di

Attività di Vigilanza e Tutela nel 2006

Complessivamente sono stati 18 i caseifici che, in seguito all’attività di vigilanza del Consorzio e per gravi non conformità reiterate, hanno subìto un provvedimento definitivo di revoca dal sistema quali soggetti trasformatori del prodotto Dop.

Complessivamente sono stati 18 i caseifici che, in seguito all’attività di vigilanza del Consorzio Tutela Mozzarella di Bufala Campana Dop e per gravi non conformità reiterate, hanno subìto un provvedimento definitivo di revoca dal sistema quali soggetti trasformatori del prodotto Dop.

Ben 10 i caseifici che hanno ottenuto - dopo aver assolto all’intero iter di certificazione - l’autorizzazione a produrre Mozzarella di Bufala Campana. Al 29 dicembre così i caseifici dop risultano essere 132.

L’attività di vigilanza del Consorzio Tutela, fino al 29 dicembre 2006, si è così concretizzata.

Sono stati effettuati 365 prelievi di campioni in commercio, contro i 258 dell’intero 2005 (+ 41,5%); ad oggi i campioni già sono stati analizzati nel laboratorio dell’Istituto Centrale Repressioni Frodi di Salerno sono 306, dove e circa il 10% hanno riscontrato la presenza di latte non bufalino. Su questi prelievi sono ancora in corso le analisi di revisione.

Sono stati convalidati 11 sequestri relativi a 13 procedimenti per uso irregolare del marchio Dop.

Questi ultimi interventi sono stati effettuati dai soli ispettori del Consorzio che in virtù del Decreto Legislativo 297/2004 - il cosiddetto Decreto Sanzioni - hanno i poteri di agenti di polizia giudiziaria.
Sono stati effettuati, inoltre, 130 ispezioni presso locali commerciali sull’intero territorio nazionale.

In collaborazione con Istituto Centrale Repressione Frodi del Ministero Politiche Agricole e Forestali ed in collaborazione con le ASL sono stati effettuati altri 6 interventi.

Comunicato stampa del 29 dicembre 2006

foto intervento

Le categorie della guida