Questo sito contribuisce alla audience di

Polpettine di Maiale Nero Casertano al Coriandolo

Un'appetitosa ricetta del creativo chef e proprietario di Casa Catullo (LT), Massimiliano Sepe.

Polpettine di Maiale Nero Casertano al Coriandolo

Ingredienti:

Polpa di maiale nero Casertano o Tianello

Salsiccia Fondana ai Semi di Coriandolo (realizzata con carni di Tianello)

Uova

Sale

Mollica di pane casereccio di Ambrifi (cotto a legna in modo tradizionale)

Farina di Mais (bramata)

Farina di Riso
Preparazione

Utilizzare lo stesso quantitativo di polpa di maiale e di salsiccia sminuzzando la polpa di maiale con un coltello ben affilato.

Mettere in una ciotola il maiale passato a punta di coltello con l’impasto della salsiccia fondana: aggiungere la mollica del pane casereccio raffermo bagnata e strizzata.

Unire l’uovo e un pizzico di sale amalgamando il tutto, coprire con pellicola e lasciar riposare per un’ora in frigo. Formare delle polpettine e rotolarle in un mix di farina di riso e farina di mais per renderle croccanti.

Preparare l’olio per friggere, utilizzando due padelle in ferro: in una di esse l’olio avrà una temperatura alta, nell’altra leggermente più bassa. Immergere le polpette nell’olio caldissimo e, appena si sarà consolidata la crosticina esterna, passarle nell’altra padella per terminare la cottura.

Scolare e gustare le polpettine tiepide, oppure tuffarle in una salsa di pomodoro e servire superbamente con Ziti di Gragnano.

Buon Appetito!

Massimiliano Sepe

La leggenda narra che Fondi nacque per volontà di Ercole e che sul suo territorio sorgesse il complesso di Amiclae, città-stato fondata da colonizzatori Spartani; il fondano Ettore Vacca sconfisse più volte l’esercito della neonata Roma.

La cittadina, una volta facente parte di “Terra di Lavoro“, possiede un vasto bagaglio di tradizioni enogastronomiche a partire dal “Cecubo“, vino degli imperatori ivi prodotto ed esportato in tutto l’impero, passando per le Arance “Bionde“, i prodotti caseari a base di latte di Bufala, le zuppe e la cacciagione del Lago di Fondi, fino agli insaccati tipici .

La salsiccia tipica di Fondi era realizzata con carni di Maiale Nero Casertano, animale che pascolava liberamente in tutta “Terra di Lavoro” o provincia di Caserta sotto il Regno delle Due Sicilie, lavorate in punta di coltello e condite con sale, peperoncino e “Petarta” un trito di semi di coriandolo.

Queste inimitabili salsiccie venivano appese in capanni appositi per l’affumicatura, all’interno dei quali veniva acceso un braciere con fascine di “Murtella” o Mirto, operazione che serviva ad aromatizzare e conservare l’insaccato.

Info:
Ristorante Casa Catullo
04022 Fondi (LT)
Via Catullo, 39
0771 532945
casacatullo@cheapnet.it

Le categorie della guida