Questo sito contribuisce alla audience di

Ecomuseo Alto Casertano

Oggi, venerdì 22 giugno 2007, si terrà a San Potito Sannitico, alle ore 18.00, la presentazione dell’Ecomuseo dell’Alto Casertano.

Il 22 giugno 2007 si terrà a San Potito Sannitico, alle ore 18.00, la presentazione dell’ Ecomuseo dell’Alto Casertano. All’appuntamento porteranno i loro saluti il Presidente della Pro Loco “Genius Loci”, Maria Rosaria Antonuccio, il Sindaco di San Potito, Angiolo Conte, il Presidente del GAL Alto Casertano, Ercole De Cesare. Sono stati invitati i rappresentati degli Enti Parco, delle Comunità Montane e dei 41 comuni dell’area GAL, nonché numerose associazioni del territorio. Hanno assicurato la loro presenza il Presidente dell’Ente Parco Matese, Giuseppe Scialla, e della Comunità Montana Matese, Pasquale Missere.

Durante l’incontro, che si svolgerà presso il Centro Pilota di Accoglienza in Via Sala, saranno illustrate da uno dei collaboratori dell’iniziativa, Ferdinando Pirro, le finalità del progetto e le attività previste nei prossimi mesi; saranno inoltre presentate alcune esperienze di ecomusei in Campania, come quella del Fiordo di Furore (SA), il primo sorto nella nostra regione, e dell’Associazione “Montecaruso” di Galluccio (CE). Chiuderà i lavori Alfredo Bruno, Responsabile autorità di gestione PIC Leader + della Regione Campania.

L’Ecomuseo dell’Alto Casertano è un progetto proposto dalla Pro Loco “Genius Loci” di San Potito Sannitico, selezionato e finanziato dal GAL Alto Casertano nell’ambito del Programma di iniziativa Comunitaria Leader + della Regione Campania. Il progetto è finalizzato alla riscoperta dell’identità culturale e paesaggistica dell’area, da parte dei visitatori ma soprattutto delle comunità locali, tramite l’attivazione di itinerari tematici (Le vie dei monti e dei boschi - Le vie dell’acqua – Andando per castelli e borghi – I sentieri della tradizione – Saperi e sapori) proposti dagli Enti e dalle Associazioni che finora hanno aderito al progetto: la Diocesi di Alife-Caiazzo, l’Archeoclub di Alife, ASTRAmbiente provinciale, il CAI Sezione di Piedimonte Matese, i Circoli Legambiente del Matese e di Sessa Aurunca, le Pro Loco di Letino, San Potito e Bocca della Selva, l’Associazione Micologica del Matese.

Il Centro Pilota di Accoglienza dell’Ecomuseo è ospitato a San Potito Sannitico nei locali dell’ex asilo comunale, concessi in comodato d’uso dall’Amministrazione Comunale. Nel centro sono disponibili un info-point, gestito dai giovani volontari del servizio civile, una sala espositiva, una sala multimediale per convegni e seminari, un’esposizione permanente di prodotti tipici agro-alimentari, un centro di documentazione dove raccogliere le pubblicazioni ed i materiali informativi relativi al territorio.

L’esperienza dell’Ecomuseo Alto Casertano è aperta all’adesione di tutti gli Enti e le Associazioni interessati, che abbiano finalità coerenti con quelle del progetto, e rappresenta una significativa esperienza di collaborazione in rete per la promozione di un sviluppo locale sostenibile.

Ferdinando Pirro

Per contatti:

ecomuseoaltocasertano@gmail.com

Le categorie della guida