Questo sito contribuisce alla audience di

OTA: "Il cibo clonato non può essere biologico"

L'Organic Trade Associationha ha ribadito la propria posizione in merito al via libera alla carne di animali clonati ufficializzato dal Fda (U.S. Food and Drug Administration) e ha colto l'occasione per precisare alcune cose ad uso del consumatore medio.

L’associazione Usa ha ribadito la propria posizione in merito al via libera alla carne di animali clonati ufficializzato dal Fda (U.S. Food and Drug Administration) e ha colto l’occasione per precisare alcune cose ad uso del consumatore medio.

La necessità di esprimersi con una precisazione che appare così scontata per gli addetti ai lavori, risponde all’esigenza di fugare ogni dubbio che potrebbe essersi creato nell’opinione pubblica, riguardo le assicurazioni sulla genuinità della carne clonata espresse dall’autorità governativa.

“L’Organic Trade Association approva esclusivamente dei metodi tradizionali di alimentazione e sviluppo degli animali inseriti in un sistema organico,” ha spiegato Caren Wilcox, direttore generale dell’Ota.

“Il mondo aziendale del biologico - ha precisato - non ha mai considerato gli animali clonati espressione di un sistema organico. Gli alimenti prodotti con carne di animali biologici non arriveranno mai da animali clonati. In futuro, i consumatori che desiderano evitare di acquistare carne, latticini e derivati ed altri prodotti alimentari che potrebbero provenire da animali clonati dovranno cercare la certificazione biologica.”

L’Ota riunisce oltre 1650 aziende della produzione e dell’agricoltura biologica del Nord America.

17 gennaio 2008

Fonte: Grenplanet.net

/**/

Le categorie della guida