Questo sito contribuisce alla audience di

Il digiuno dell’anima

L’ABA invita tutti alla presentazione del libro "Il digiuno dell’anima" per parlare insieme con l’autore Pierluigi Panza di anoressia e disordini alimentari

La storia dell’ABA è legata alla pubblicazione di un libro autobiografico, Tutto il pane del mondo di Fabiola De Clercq, Fondatrice e Presidente ABA.

Il libro fu pubblicato per la prima volta nel 1991. Era la prima volta in cui una donna raccontava la propria storia di sofferenza anoressico-bulimica. Era la prima volta in cui si dava un nome alla sofferenza anoressico-bulimica. Da quel momento molte altre donne hanno scritto di anoressia.

Attraverso il romanzo Il digiuno dell’anima, un uomo, Pierluigi Panza, da voce ad una adolescente - lo fa in prima persona, come in un diario - lasciandola per scelta senza nome.

La città in cui si sviluppa la storia è Milano, una Milano in cui “La popolazione comune nemmeno sapeva esistesse l’anoressia. I giornali non ne parlavano. Casi conclamati non emergevano. Non esistevano ospedali specializzati. Era il dopoguerra e per i primi borghesi alfabetizzati su larga scala che uscivano dall’universo della povertà, era davvero difficile pensare che il ‘non mangiare’ fosse una malattia”. (Le dichiarazioni di Pierluigi Panza sono tratte da un’articolo di Stefania Vitelli apparso su “Il Giornale” l’ 11.06.2007).


Giovedì 21 febbraio alle ore 21.00
presso la sede ABA di Milano, in Via Solferino, 14
l’ABA invita tutti alla presentazione del libro Il digiuno dell’anima.

Con l’autore, Pierluigi Panza, saranno presenti Fabiola De Clercq, Presidente e Fondatrice ABA e Maria Barbuto, Psicoanalista, Membro della Direzione Scientifica dell’ABA.

L’ingresso è libero.

Comunicato stampa del 7 febbraio 2008

Ufficio Stampa ABA

Via Solferino, 14

20121 Milano

tel. 02 29000226

Le categorie della guida