Questo sito contribuisce alla audience di

“Orfunny”

Sabato 28 giugno alle ore 21.00 Animanera, con la partecipazione dell'ABA, porta in scena a Milano “Orfunny”.

MILANO, 28 GIUGNO 2008

SPETTACOLO TEATRALE IN COLLABORAZIONE CON L´ABA


Sabato 28 giugno alle ore 21.00


Animanera
, con la partecipazione dell’ABA (Numero Verde Nazionale 800.16.56.16),

porta in scena a Milano “Orfunny”.
Lo spettacolo per la regia di Aldo Cassano, con Natascia Curci e Antonio Spitalerivia.

L’ingresso è libero.

Seguirà un incontro aperto al pubblico con gli attori, il regista e la dott.ssa Dora Aliprandi dell’Associazione ABA (associazione anoressia e bulimia) per approfondire e condividere temi e spunti emersi dallo spettacolo.

Nessuno può dirsi più solo, eppure tutti, in qualche misura, sentiamo, e temiamo di esserlo.
Due “solitudini” sono protagoniste di questa storia. Chiusi in una stanza, nido e prigione al tempo stesso, due ragazzi, fratello e sorella, due simboli, due personalità complesse, vivono al limite riflettendo sulla propria carne la difficoltà dell’esistere. Entrambi impantanati in un rapporto devastante con il cibo, in una simbiosi illusoria con la musica e le canzoni. Lei forte, egocentrica, lucida, fredda, in un’ossessiva ricerca della madre; lui fragile, debole, ipersensibile, incapace di relazioni e con un profondo senso dell’abbandono paterno.

Questa storia non parla esplicitamente di solitudine anche se la solitudine è il filo rosso che la pone al limite.

Il vuoto non ingloba tanto i protagonisti, quanto gli interlocutori delle loro vite: genitori falliti, padri egoisti, madri inconsistenti, amici latitanti, amori assenti.

Questa storia di amore e dolore, violenza e sogni, presenze asfissianti e assenze impreviste, chiede qualcosa a tutti: rintracciare il senso della nostra esistenza. Queste voci ferocemente ironiche, ma anche urla, a volte pianto o ancora silenzi, non consentono consolazione né pretendono di insegnare, parlano in privato, cercano complicità.

Sono frammenti che pure compongono un senso; rappresentano qualcosa per ognuno. Ci appartengono: per capirlo basterebbe sporgersi dalla trappola in cui siamo caduti, basterebbe allentare la vertigine delle nostre ansie, basterebbe tacere l’eco della nostra sicurezza.

Con il contributo Consiglio di zona 5 – Comune di Milano

Dove e Quando:
Sabato 28 giugno ore 21.00
presso il Teatro Ringhiera
Via P. Boifava 17, Milano

Per info e prenotazioni:
cell. 329 25 29 262

COMUNICATO STAMPA 23 giugno 2008

Ufficio Stampa ABA

Via Solferino, 14

20121 Milano

tel 02 29000226

Le categorie della guida