Questo sito contribuisce alla audience di

Rosso, il pieno di energia

Le proprietà del rosso Nel gruppo del rosso rientrano frutta e verdura dalle virtù preziose perché capaci di ridurre il rischio di sviluppare tumori e patologie cardiovascolari e di proteggere il[...]

rosso a tavolaLe proprietà del rosso

Nel gruppo del rosso rientrano frutta e verdura dalle virtù preziose perché capaci di ridurre il rischio di sviluppare tumori e patologie cardiovascolari e di proteggere il tessuto epiteliale.

È un colore con una potente azione antiossidante dovuta a due phytochemical: il licopene e le antocianine.

Il licopene combatte i tumori al seno e alle ovaie nelle donne e il tumore alla prostata negli uomini. Ne sono ricchi i pomodori e l’anguria.

Le antocianine, presenti ad esempio nell’arancia rossa, sono un utile alleato nel trattamento delle patologie dei vasi sanguigni, della fragilità capillare, nella prevenzione dell’aterosclerosi procurata da alti livelli di colesterolo, nell’inibizione dell’aggregazione piastrinica e nel potenziamento della funzione visiva.

Rimanendo sempre tra la buona frutta, fragole e ciliegie sono ricche di carotenoidi, nemici dei tumori, delle patologie cardiovascolari incluso l’ictus, della cataratta, dell’invecchiamento cellulare, delle patologie neurodegenerative e dell’invecchiamento cutaneo.

Nel rosso c’è anche la vitamina C.

Fragole e arancia rossa, ad esempio, ne contengono grandi quantità che aiutano la produzione di collagene, mantengono integri i vasi sanguigni, stimolano le difese immunitarie, la cicatrizzazione delle ferite e incrementano l’assorbimento del ferro contenuto nei vegetali.

Curiosità

Delle virtù erotiche della fragola si parlava ai tempi di Luigi XIV. Pare che le dame francesi si affidassero a fragole, zucchero e panna prima di lanciare segnali di seduzione. Shakespeare invece la definì “cibo da fate” e Linneo, il padre della moderna botanica, “bene di Dio“. Nella cultura popolare invece, la polpa di fragola lenisce la pelle scottata dal sole.

Il bel rosso del pomodoro fece sì che all’inizio fosse utilizzato come pianta ornamentale. Dalle capacità decorative passò a quelle afrodisiache, tanto che ancora oggi viene definito “pomme d’amour” dai francesi e “love apple” dagli inglesi.

Partita della Cina, l’arancia rossa arrivò in Italia nel 1500, anche se pare fosse già nota ai Romani nel I sec. d.C. Oggi è la Sicilia l’unica area riconosciuta per la produzione di arancia rossa.

- Una cucina a luci rosse!

- Il rosso pomodoro dalle poliedriche virtù

- Il cocomero, icona dell’estate

- Arancia Rossa di Sicilia Igp

- La fragola

- I frutti più graditi

Le categorie della guida