Questo sito contribuisce alla audience di

L’oro verde dell’Umbria diventa “sostenibile”

La “Società Agricola Trevi Il Frantoio” di Trevi (prov. Pg) ha inaugurato il primo impianto fotovoltaico in Umbria e il più grande in Italia, in grado di gestire l’intero processo produttivo per[...]

Primo frantoio con impianto fotovoltaico in Umbria
La “Società Agricola Trevi Il Frantoio” di Trevi (prov. Pg) ha inaugurato il primo impianto fotovoltaico in Umbria e il più grande in Italia, in grado di gestire l’intero processo produttivo per un olio extravergine di oliva sempre più “verde”

(TGC) Trevi (Pg), 30 ott. ’09 – E’ avvenuta oggi la cerimonia con il taglio del nastro per l’impianto fotovoltaico di 90 kw da pannelli al silicio policristallino - tre inverter e un sistema di data-logger per monitorare in tempo reale produzione e anomalie - in grado di provvedere totalmente al fabbisogno elettrico dell’intero ciclo di produzione.

La “Società Agricola Trevi Il Frantoio” di Trevi ha accolto l’invito della comunità scientifica mondiale, che da tempo denuncia gli effetti devastanti che l’energia prodotta da combustibili fossili apporta all’ecosistema, intervenendo con una strategia basata sull’utilizzo di fonti rinnovabili.

“Un atto di responsabilità nei confronti dell’ambiente – spiega il Presidente Angelo Guidobaldi verso la ricerca di una qualità totale imprescindibile dalla salute del territorio, volta ad un’autonomia sostenibile”.

Un percorso “naturale” per l’azienda di Trevi che dagli anni sessanta, quando già si adottava un regolamento interno molto rigido che ancora oggi disciplina la produzione, ha tracciato una linea continua verso la qualità totale: nel 1997 la certificazione Denominazione di Origine Protetta Umbria Colli Assisi-Spoleto; nel 2004 la collaborazione scientifica con la Facoltà di Agraria dell’Università di Perugia per la costruzione di un sistema di estrazione e purificazione di sostanze antiossidanti naturali (polifenoli) nell’acque di vegetazione delle olive prodotte durante la lavorazione al frantoio; e dal 2005 una linea cosmetica che ha riscoperto uno degli antichi utilizzi dell’olio.

Primo frantoio al mondo ad aver ricevuto nel 1994 la certificazione ISO 9002, oggi, la sfida è rivolta al rispetto dell’ambiente affinché i colori dell’olio extravergine d’oliva si tingano sempre più delle tonalità della natura.

Ufficio stampa TGC Eventi - www.tgceventi.it

- L’olio extravergine d’oliva: antinfiammatorio!

- Olio extra vergine di oliva, “oro liquido”

- Le religioni “abramitiche” unite dall’extravergine d’oliva

- Pane casereccio e olio d’oliva extravergine a merenda

- “Più promozione dell’olio extravergine italiano di qualità”

Le categorie della guida