Parte a Parma Coltofresco: il primo bollino di qualità per ortofrutta di un mercato all'ingrosso

Parte il progetto Coltofresco: unicità ed eccellenza dell’agroalimentare nei negozi di Parma, con la garanzia del Cal. Parma, 21 aprile 2010 – Saranno nei negozi di ortofrutta della città da domani[...]

logo_Coltofresco

Parte il progetto Coltofresco: unicità ed eccellenza dell’agroalimentare nei negozi di Parma, con la garanzia del Cal.

Parma, 21 aprile 2010 – Saranno nei negozi di ortofrutta della città da domani e con quantità maggiori dal 26 aprile i prodotti Coltofresco, il primo e unico progetto in Italia per la valorizzazione e garanzia al consumatore dell’ortofrutta di alta qualità con caratteristiche mai offerte prima. Ed è anche la prima volta che una simile iniziativa parte da un mercato ortofrutticolo: il Cal, Centro Agroalimentare e Logistica di Parma, che lo promuove, si segnala come uno dei centri più attivi e innovativi d’Italia, come già per il servizio Ecocity, oggi studiato e emulato in diverse città.
Il progetto, sotto la regia del Cal, coinvolge tutta la filiera, dai produttori, ai concessionari del Cal stesso ai negozianti al dettaglio, valorizzando tra l’altro i plus esclusivi di questa modalità distributiva. In particolare il bollino Coltofresco, applicato a una serie di prodotti selezionati, garantirà:

- prodotti freschi, con non più di 48 ore dalla raccolta alla commercializzazione
- prodotti esclusivamente italiani e di stagione
- prodotti di prima qualità (con verifiche del calibro, grado di maturazione e zuccherino)
- prodotti su cui sono stati realizzati controlli aggiuntivi a quelli di legge sui residui di fitofarmaci
- prodotti tracciabili e trasportati ecologicamente in città col servizio Ecocity.

Si tratta di caratteristiche uniche che nessun’altra filiera distributiva può garantire. Molte dimostrazioni di interesse da parte di altri mercati all’ingrosso fanno pensare ad uno sviluppo nazionale del bollino.
Il progetto promosso dal Cal, come già Ecocity, pone Parma all’avanguardia in Italia come patria della qualità del food, anche nell’ortofrutta, tanto da aver destato l’interesse delle associazioni nazionali che se ne stanno interessando con l’obiettivo di estenderlo anche agli altri mercati ortofrutticoli all’ingrosso, per far fronte al calo della distribuzione al dettaglio e alla perdita di preziose professionalità e contenuti di servizio per il consumatore.
Il servizio Coltofresco, inoltre, come già Ecocity parte dal Cal, realtà inserita nel distretto nord-ovest che diventerà sede del Food Valley District, un intero settore della città dedicato all’eccellenza del food e della logistica avanzata dedicata all’agroalimentare.

Ad accompagnare il progetto partirà una campagna coordinata con strumenti pensati per illustrare al consumatore le garanzie dei prodotti Coltofresco:

- un giornalino bimestrale gratuito distribuito nei negozi al dettaglio di Parma e provincia
- un sito con le caratteristiche dei prodotti, i negozianti aderenti, le informazioni sulla produzione e la filiera, elementi di cultura alimentare sul prodotto italiano e di stagione.
- vari materiali di comunicazione sul punto vendita (vetrofanie, rendiresto, fascette, bollini, cartelli)
- una campagna di comunicazione a mezzo stampa, tv e radio

Da quest’azione collettiva di promozione della frutta e verdura di alta qualità, che i singoli negozianti non potrebbero intraprendere e che è stata approvata da Ascom e da Confesercenti, uscirà valorizzata la capacità del commercio di ortofrutta al dettaglio di offrire:
- prodotti da filiera corta (dal produttore, al Cal, al negoziante)
- la conoscenza del prodotto e la consulenza al cliente
- la certezza di prodotti che arrivano dal produttore ogni giorno.

L’azione è stata pensata e realizzata dal Cal come strumento per difendere il commercio al dettaglio e le sue qualità peculiari, preziose all’interno di un panorama distributivo che va spersonalizzandosi e ingigantendosi, spesso a scapito dell’offerta di qualità per il cliente finale.
Il progetto è dunque un’opportunità per il commercio al dettaglio per difendersi dal calo generalizzato dei consumi e dalle politiche aggressive che le altre modalità distributive hanno accentuato in risposta alla crisi.

I materiali che verranno forniti gratuitamente ai negozianti aderenti

- Targhetta segnaprezzo
- Vetrofania
- Rotair da appendere in negozio
- Shopper
- Rendiresto

Le prospettive future
In un contesto generale di crisi dove l’economia sta soffrendo in tutti i settori della produzione, il sistema Parma nel suo complesso si presenta meno in difficoltà rispetto ad altre realtà italiane.
In altre città molte aziende operanti all’interno dei vari mercati ortofrutticoli, che stanno via via cessando l’attività, mettendo in forte discussione il ruolo del mercato stesso, testimoniano come occorra in tempi brevi predisporre le contromisure necessarie.
Per queste ragioni il Cal Parma, con la partecipazione del Comune di Parma nella figura dell’assessore al commercio Paolo Zoni ha saputo trovare le giuste sinergie per coinvolgere tutti gli operatori del settore quali produttori, commercianti all’ingrosso, dettaglianti, ristorazione e le associazioni di categoria, per un progetto che valorizzasse la qualità e in ottica di prospettiva rilanciasse il ruolo del mercato ortofrutticolo all’ingrosso.
Coltofresco è infatti la risposta concreta alla quantità della grande distribuzione, condensata in un marchio che gestito con determinazione e azioni mirate possa garantire qualità e sicurezza alimentare al consumatore finalee al tempo stesso creare quel volano di crescita capace di muovere positivamente la produzione e la commercializzazione sfruttando i canali dei mercati ortofrutticoli all’ingrosso.
Sempre il Comune di Parma, nella collaborazione che vede impegnato l’assessore alla mobilità Davide Mora e il Cal, nella realizzazione del progetto Ecocity per la consegna delle merci in centro storico, è stato un partner importantissimo nel saper garantire la consegna dei prodotti Coltofresco con i furgoni ecologici Ecocity.
Un’ulteriore attenzione che premia la qualità di vita e la salute dei cittadini di Parma.

Cal: attività
L’attività del Centro Agroalimentare e Logistica del Comune di Parma si rivolge principalmente al settore orto-frutticolo con la gestione del mercato dei grossisti di via del Taglio e all’attività di logistica dell’ultimo miglio grazie al servizio Ecocity.
All’interno delle due piattaforme di viale Dei Mercati, comprese nell’area direzionale del Cal, vengono infatti seguite con attenzione queste due importanti attività. pere
Ortofrutta
Per quanto riguarda l’attività relativa all’ortofrutta il mercato di Parma si presenta oggi con oltre dieci mila metri quadrati coperti all’interno dei quali operano dodici aziende concessionarie. A completamento della struttura vi è un’area di circa 300 metri quadrati per i produttori locali e una piccola piattaforma logistica di circa 200 metri quadrati per la preparazione e consegna dei carichi.
Sulla struttura gravitano quotidianamente circa 250 dettaglianti del settore orto-frutta, 20 produttori che variano a seconda delle stagionalità e diversi operatori della ristorazione locale.

Coltofresco è un progetto Cal, Centro Agroalimentare e Logistica di Parma
Via dei Mercati 9/c
43126 Parma
Tel. 0521 989452
www.calparma.eu

Con il sostegno di:
Comune di Parma
Ascom
Confesercenti
Ecocity

Campagna di comunicazione e ufficio stampa
Lara Ampollini
Lampi. Comunicazione illuminata.

Peeplo Search

Vuoi inserire la Search di Peeplo sul tuo sito ?

Provala subito!

Le categorie della guida