Questo sito contribuisce alla audience di

Togliere il sale allunga la vita

Editoriale del 28 maggio 2010 di Mauro Rosati QN - LA NAZIONE E’ notizia di pochi giorni fa che il famoso Tomato Ketchup della Heinz ha cambiato la propria ricetta dopo 40 anni di gloriosa storia[...]

cristalli_di_sale
Editoriale del 28 maggio 2010 di Mauro Rosati QN - LA NAZIONE

E’ notizia di pochi giorni fa che il famoso Tomato Ketchup della Heinz ha cambiato la propria ricetta dopo 40 anni di gloriosa storia nelle tavole degli americani e del resto del mondo: meno 15% di sale.

Questo è uno degli effetti della guerra del sale (“The salt wars”) che è appena iniziata negli USA. Dopo l’alcol, il fumo e la lotta all’obesità, ecco infatti una nuova crociata americana contro i cibi troppo salati e quindi dannosi per la salute umana, perché causa dell’aumento della pressione arteriosa e di malattie cardiovascolari.

A farsi portavoce di questa battaglia è direttamente la Food and Drug Administration che con il Dipartimento dell’agricoltura, si è posta l’obiettivo di una graduale ma sostanziale riduzione del sale dai piatti degli americani.

A scendere in campo anche altri nomi illustri come la first lady Michelle Obama ed il sindaco di New York, Bloomberg, quest’ultimo con l’obiettivo di ridurre del 25% in 5 anni il contenuto di sale nei cibi confezionati, nella catene di fast food e nella ristorazione della propria città.

Un’azione congiunta della politica americana che sembra già aver dato i suoi frutti. Non solo la Heinz ma anche altre multinazionali come Starbucks, Subways, Mars hanno già annunciato di volersi liberare dal sodio in eccesso; la Kraft ha già ridotto del 10% il sale in tutta la produzione americana e la PepsiCo ha creato un nuovo tipo di cristalli di sodio, usati per le patatine, che riducono la presenza di sale del 25%.

Si calcola che attualmente ogni americano consuma in media 8-10 grammi di sale al giorno e che la riduzione drastica del sale potrebbe impedire 531.885 ictus e 480.358 attacchi di cuore nella fascia di popolazione tra i 40 e 85 anni; un risparmio stimato di 32,1 miliardi di dollari per il sistema sanitario degli USA.

Piccole cose che possono cambiare il nostro orizzonte e che ci fanno pensare proprio in questi giorni che con un pizzico di sale in meno ci saremmo risparmiati una finanziaria di sacrifici.

Fondazione Qualivita
P.zza Matteotti 30
53100 Siena

Le categorie della guida