Questo sito contribuisce alla audience di

Gli effetti psicologici del digiuno

Nel corso del digiuno il cervello è stimolato ad una maggiore produzione di onde cerebrali di tipo alfa, grazie alle quali si sperimentano diversi livelli percettivi e sensoriali.

donna-che-beve-acqua
Il digiuno è un’ esperienza umana fondamentale,
che trascende la semplice riduzione
dell’apporto alimentare.
Paolo Testa

Durante il digiuno si sperimenta un particolare stato di coscienza alterato, dovuto a deprivazione sensoriale e a modificazioni del biochimismo interno:

- emergono ricordi spontanei;
- il mondo onirico si fa più vivido, ricco e facilmente rievocabile;
- aumentano sia la capacità di rilassamento sia la disponibilità respiratoria;
- migliorano l’attenzione, la concentrazione e la memoria con potenziamento delle forze di pensiero e delle capacità associative;
- si ottiene una più fluida lucidità mentale con affioramento di idee creative;
- si modifica l’input degli esterocettori (Tart C., 1975): gli organi di senso percepiscono la realtà esterna in modo più fluido e raffinato;
- varia in maniera notevole la percezione cenestesica;
- si è più facilmente permeabili alla percezione della dimensione spirituale e transpersonale;
- si è maggiormente in contatto con il proprio mondo interiore ed emotivo;
- viene favorita l’integrazione delle funzioni emisferiche del cervello ed il collegamento tra conscio ed inconscio;
- si ottiene il progressivo dissolvimento delle tensioni muscolari croniche e della corazza caratteriale (Reich W., 1973);
- l’energia compressa diviene disponibile a nutrire tutta la persona (Boadella D., 1987);
- si verifica l’affioramento di aspetti psicopatologici compensati e/o mascherati;
- si ottiene la liberazione delle emozioni inibite (catarsi);
- vi è maggiore consapevolezza, spontaneità, integrazione;
- aumenta la capacità di rilassamento, con riduzione degli effetti dello stress;
- si sviluppano volontà, controllo di sé, determinazione ed autodisciplina.

Nel corso del digiuno il cervello è stimolato ad una maggiore produzione di onde cerebrali di tipo alfa, grazie alle quali si sperimentano diversi livelli percettivi e sensoriali.

L’individuo può ripiegarsi a cogliere le esigenze profonde e le direttive del Sé, nucleo centrale e vivificatore della psiche, iniziando una trasformazione evolutiva che porterà ad una vita più piena e compartecipe.

- Digiuno: via di salute olistica

Le categorie della guida