Questo sito contribuisce alla audience di

AgrieTour 2010

L’Italia dell’agriturismo è pronta per la nona edizione di AgrieTour, il Salone nazionale dell’agriturismo in programma ad Arezzo, nella rinnovata Fiera, dal 12 al 14 novembre 2010.

AgrieTour
La nona edizione di AgrieTour, il Salone nazionale dell’agriturismo, è in programma ad Arezzo, nella rinnovata Fiera, dal 12 al 14 novembre 2010.
Sarà l’edizione dei record non solo per i circa 170 espositori diretti in rappresentanza degli oltre 500 tra enti, territori e agriturismi, ma anche per un’internazionalizzazione sempre più marcata e per le numerose novità relative al mondo dell’agriturismo.

In esposizione le realtà imprenditoriali del settore, ma soprattutto forniture per l’agriturismo già esistente, o in via di sviluppo. Particolare attenzione sarà riservata come al solito ai workshop internazionali, nucleo centrale della manifestazione, con l’incremento della presenza di buyers specializzati provenienti da tutto il mondo ed interessati a scoprire le novità dell’offerta nazionale del settore. 130 i tour operators accreditati per il 2010 di cui oltre 70 da tutto il mondo presenti al Salone per scoprire le nuove offerte in Italia del settore. Tra i mercati novità della passata edizione la Finlandia, l’Australia, la Francia, la Grecia, la Spagna, l’India e il Giappone e per il 2010 sarà riconfermata la presenza dei paesi dell’Est. Proprio gli operatori stranieri sono ogni anno protagonisti di vari educational tour che AgrieTour promuove in varie regioni a vocazione agrituristica in Italia al fine di far “vivere il territorio” e toccare con mano le possibilità dell’offerta agrituristica del nostro Paese.

Convegni, momenti di approfondimento e seminari tematici saranno solo alcuni dei momenti di studio previsti all’interno del Salone. Tra le novità del Salone “AgrieTour Bimbi”, un intero padiglione dedicato alla scoperta della campagna da parte dei più piccoli. In questa area saranno presenti le offerte nazionali di “Fattorie didattiche”, momenti di approfondimento, workshop con oltre 100 presidi in rappresentanza di scuole di tutta Italia e giochi per i più piccoli.

Ritornerà anche il Campionato italiano della Cucina tradizionale, appuntamento che nelle passate edizioni ha riscosso molto successo di partecipazione e che ha visto trionfare nella passata edizione il Trentino. Con oltre 3mila operatori attesi (tra agenzie di viaggio; tour operator; professionisti; operatori agrituristici), quella del 2010 si appresta ad essere una nuova grande edizione. Alla manifestazione, patrocinata dal Ministero Per le Politiche Agricole e dall’Enit, partecipano attivamente le associazioni di categoria, la Regione Toscana, con l’Agenzia Toscana Promozione, la Camera di Commercio e la Provincia di Arezzo, le Associazioni delle Categorie Economiche dell’Agricoltura.

AgrieTour si aprirà venerdì 12 novembre con la giornata dedicata alla stampa e agli operatori del settore. L’apertura al pubblico è prevista nei giorni di sabato 13 e domenica 14 novembre 2010. Orario di apertura 9.30 con chiusura alle 19,00. Per informazioni www.agrietour.it.

Agriturismo, la fotografia del settore
Con il 2008 in Italia gli agriturismi hanno superato quota 18mila strutture con un incremento del 6.7 per cento (+1.240 rispetto a fine 2006), di cui 14.810 con alloggio (per 179mila posti letto), 8.410 quelli che fanno ristorazione, 2.664 degustazione. In forte crescita le attività collaterali (9.643 strutture, con un aumento medio del 10%) che puntano alla valorizzazione del territorio, inteso come ambiente e cultura. Fra le preferite l’Osservatorio nazionale dell’agriturismo di AgrieTour annovera l’escursionismo (3.130), l’equitazione (1.550) e il trekking (1.465), ma anche osservazioni naturalistiche e mountain bike (2.311), oltre a diversi sport (3.680) e ai corsi (1.025) in particolare di cucina. La Toscana resta leader nell’offerta agrituristica nazionale con il 22,7% delle aziende autorizzate in Italia, seguita dalla provincia di Bolzano (17% circa del totale nazionale) e a lunghissima distanza dal Veneto, che detiene il 6,7% del totale nazionale. Il peso della Toscana aumenta andando a considerare le forme di agriturismo legate alla permanenza in azienda, con una incidenza delle aziende autorizzate all’alloggio (in camere o spazi aperti, ma prevalentemente in appartamenti) sul relativo totale nazionale pari al 27,2%, e al 27,9% del totale dei posti letto autorizzati in Italia.

La Toscana dell’agriturismo
In Toscana sono 4.061 le aziende che svolgono attività di agriturismo (3% in più rispetto al 2007). Ce ne sono ovunque nella campagna toscana, dalla Val d’Orcia al Casentino, dalla Garfagnana alla Maremma, dal Mugello all’Appennino pistoiese. Siena (1.050 agriturismi) e Grosseto (899) sono le province che contano il maggior numero di aziende. Seguono Firenze (590), Arezzo (450), Pisa (378), Livorno (219), Lucca (197), Pistoia (159), Massa Carrara (92) e Prato (27). Più di 50mila in tutta la regione (per l’esattezza 50.636) i posti letto, con un saldo di + 876 posti letto rispetto all’anno precedente. Anche in questo caso sono Siena (13.744 posti letto) e Grosseto (9.946) le province in testa alla graduatoria. Seguono Firenze (7.857), Arezzo (6.173), Pisa (5.194), Livorno (3.064), Lucca (1.993), Pistoia (1.512), Massa Carrara (818) e Prato (335). I clienti che nel 2008 hanno soggiornato negli agriturismi toscani (i dati non comprendono la provincia di Firenze) sono stati 459.212, per un totale di 2.450.948 presenze. I clienti italiani sono stati 257.554 (986.360 presenze), quelli stranieri 201.658 (1.464.588 presenze), con un notevole balzo in avanti (+11,69%) rispetto al dato dell’anno precedente (sostanzialmente stabile invece il dato che si riferisce ai clienti italiani).
La palma nella composizione delle presenze negli agriturismi toscani spetta ai tedeschi (45.975 arrivi per 373.791 presenze). Seguono gli olandesi dei Paesi Bassi (23.331 arrivi e 188.538 presenze), inglesi (18.102 arrivi e 127.116 presenze), statunitensi (19.575 con 117.839 presenze), francesi (15.434 arrivi e 104.750 presenze). In percentuale (e sempre escludendo la provincia di Firenze per il cui territorio i dati non sono ancora disponibili), la composizione - per nazionalità straniere - delle presenze 2008 negli agriturismi tosca ni fornisce questa “classifica”: tedeschi (25,5%); olandesi (12,9); inglesi (8,7); statunitensi (8,0); francesi (7,2), belgi (7,1); svizzeri (4,4); danesi (4,3); austriaci (2,9); canadesi (2,0). Altri Paesi: 17%.

L’Agriturismo ad Arezzo
Ad oggi sono registrati in tutta la provincia di Arezzo 450 agriturismo certificati (l’11,6% del totale della Toscana che è di circa 4mila unità) per un totale di circa 6mila posti letto ( circa 13 posti letto a struttura) vale a dire il 12% del totale regionale che corrisponde a 50mila posti letto. Di questi 450 oltre 80 forniscono anche il servizio di ristorazione recuperando la tradizione culinaria del territorio e oltre 60 forniscono attività ricreative quali trekking, equitazione e sport all’aria aperta come cicloturismo e tiro con l’arco. Nel 2007 sono stati registrati circa 49mila arrivi in agriturismo (l’8,8% del totale delle richieste in Toscana). Il 12% dei turisti capitati in provincia di Arezzo insomma avrebbe scelto l’agriturismo come sede per soggiornare. In tutto quindi sono stati registrati nel 2007 282mila agrituristi che hanno invaso il territorio aretino. Il dato significativo in particolare è dato dalla presenza degli stranieri. Infatti il 20% degli arrivi stranieri ha preferito l’agriturismo. Nel 2007 sono stati accolti in tutto circa 28mila arrivi dall’estero per un totale 210mila turisti stranieri un record per il territorio. L’agriturismo va forte in Casentino e nel Valdarno, ma sarebbero in crescita le strutture che forniscono il servizio di fattoria didattica, ovvero con dimostrazioni e partecipazione diretta alle attività di campagna, in particolare nelle zone vocate al vino e all’olio tra queste la Valdichiana.

I NUMERI DI AGRIETOUR 2010
Edizione: Nona
Data: 12-14 novembre 2010
Luogo: Arezzo Fiere e Congressi - Via Spallanzani, 23
Settori coinvolti: turismo, agroalimentare, benessere
Frequenza: Annuale
Ingresso: Aperto al pubblico e agli operatori
Orari: 9.30 – 19.00
Numero espositori: oltre 150 diretti in rappresentanza di circa 500 tra enti, territori e agriturismi; circa 130; 10.000 le presenze di visitatori registrate nel 2009
Organizzatore: Arezzo Fiere - Tel: 0575/9361
Email: info@agrietour.it - Internet: www.agrietour.it

Commenti dei lettori

(Inserisci un commento - Nascondi commenti anonimi)
  • Profilo di dododora

    dododora

    03 Nov 2010 - 12:44 - #1
    0 punti
    Up Down

    Buongiorno signora Anna, nel suo articolo afferma che ‘AgrieTour si aprirà venerdì 12 novembre con la giornata dedicata alla stampa e agli operatori del settore. L’apertura al pubblico è prevista nei giorni di sabato 13 e domenica 14 novembre 2010′ tuttavia dal sito mi pare di capire che sia consentito l’accesso al pubblico anche venerdì 12 novembre. Chiedo conferma di ciò perchè non vorrei recarmi ad Arezzo il venerdì e trovarmi l’accesso sbarrato…
    Quello che invece non ho trovato sul sito sono i prezzi e la possibilità di fare un biglietto on line e plurigiornaliero…qualcuno sa qualcosa in merito?
    Ringrazio anticipatamente Dora

Le categorie della guida