Questo sito contribuisce alla audience di

Lo scriba

Non c'era la formula :"L'offerta è rivolta a candidati ambosessi" ,come garantisce oggi la legge in molti Stati del mondo,ma non so in Egitto.Era una professione per genere...uomo: lo scriba non era un narratore come Sherazade,che era una donna.

Referenze iconografiche:Alfabeti, preistoria e protostoria del linguaggio,AA.VV.

Ai tempi degli antichi egizi vi era una professione ,diffusa in tutto il mondo antico dove era giunta o si era sviluppata la tecnica della scrittura,lo scriba . Si trattava di un ruolo prestigioso perché l’amministrazione statale era molto complessa e centralizzata. Se ne parla nella “Satira dei mestieri”.

Uno dei suoi appellativi ,nei testi, è heri-shesheta (pron. eri-scesceta) ,”capo dei segreti” perché era al corrente di tutto ciò che riguardava l’amministrazione dello Stato.

Spesso egli era un uomo e un dipendente dal palazzo regio ,però poteva essere un sacerdote specializzato nella redazione di testi liturgici di un tempio , ”scriba della casa di Vita” ,in epoca greca “ierogrammatoi”.

Dalla produzione di statue dell’antico Egitto è giunta fino ad oggi la statua dell’ uomo a gambe incrociate,lo “Scriba seduto” o “Scriba rosso” ,una statua calcarea dipinta,della V dinastia,rinvenuta a Saqqara.

Un testo che riporto nella versione /traduzione di Edda Bresciani.

CONSIGLI A UN GIOVANE SCRIBA
Lo scriba Amenemope dice allo scriba Pabes
” Questa lettera ti è portata per questo scopo :

_ O scriba,non esser pigro,altrimenti sarai prontamente domato.Non dare il tuo cuore ai
piaceri ,oppure sarai un fallimento .Scrivi con la tua mano ,leggi con la tua bocca,prendi consiglio da quelli che sono più sapienti di te.

Esercita questa carica di funzionario,che tu possa trovartela in vecchiaia.E’ fortunato uno scriba esperto nella sua funzione ,ben educato.

Persevera nell’azione ogni giorno,ne sarai padrone.

Non passare un giorno in ozio oppure sarai battuto . ”

L’orecchio del ragazzo è sopra la sua schiena ,ed egli dà ascolto quando è battuto.

“ Da’ il tuo cuore ad ascoltare ciò che ho detto: tornerà a tuo vantaggio.”

Si insegna a ballare alle scimmie,si ammaestrano i cavalli ; un nibbio viene posto in un nido[una gabbia], ,si prende il falco per le ali.

Questi erano i metodi educativi dell’istruzione antico egizia e in parte sono rimasti tali in alcuni settori dell’apprendimento mnemonico di dottrine.

Referenze bibliografiche:Enciclopedia Universale Rizzoli LaRousse,versione italiana 1970
Letteratura dell’antico Egitto,Edda Bresciani,1999

Ultimi interventi

Vedi tutti