Questo sito contribuisce alla audience di

Ultimi interventi

prossimi 10 »
  • Le due corone dell'Alto e del Basso Egitto

    La corona bianca ,o corona dell'Alto Egitto ,era formata

  • Visioni della vita nell'antico Egitto

    Il Canto dell'arpista nella tomba del re Antef II illustra la percezione della transitorietà della vita

  • Lo scriba

    Non c'era la formula :"L'offerta è rivolta a candidati ambosessi" ,come garantisce oggi la legge in molti Stati del mondo,ma non so in Egitto.Era una professione per genere...uomo: lo scriba non era un narratore come Sherazade,che era una donna.

  • Tabella incisa

    Per stabilire delle proporzioni tra le parti umane gli antichi egizi utilizzavano uno schema a reticolo di quadrati entro i quali inscrivevano le figure.

  • Un'isola in un fiume

    File è un'isola all'altezza della prima catarata del Nilo ,situata ai confini dell'odierno territorio del Sudan ,l'antica Nubia.

  • Donna e medicina nell'Antico Egitto

    2 Il parto era permesso in[...]

  • Scultura in legno dall'Egitto antico

    1 Il clima dell’Egitto[...]

  • CORSO DI GEROGLIFICO GRANDET/MATHIEU IN ITALIANO

    Riveduto e aggiornato alla luce delle più recenti ricerche grammaticali e linguistiche, questo corso costituisce un’iniziazione metodica, basata su un apprendimento progressivo, alla scrittura e alla lingua degli antichi Egiziani, in particolare quella in uso durante il Medio Regno. Il volume è suddiviso in 9 capitoli e 55 lezioni, corredate di numerosi esempi, esercizi e vocabolario. In appendice la lista completa dei segni geroglifici e un ricco lessico egiziano-italiano e italiano-egiziano.

  • Egitto esoterico - La sapienza segreta degli Egizi

    Erodoto, Platone, Plutarco e molti altri autori antichi hanno parlato dell’Egitto come della culla dell’ermetismo e la fonte di ogni segreto sapere. E a Ermete Trismegisto – che unisce in sé la natura del dio egizio Thot e quella del dio greco Hermes – è stata attribuita la nascita della scrittura e della stessa civiltà. Soprattutto a partire dal Rinascimento, e fino ai giorni nostri, questa immagine dell’Egitto ha esercitato una forte attrazione sullo spirito europeo: senza di essa non solo non sarebbero esistite la gnosi, l’alchimia, l’astrologia e altre scienze occulte, ma nemmeno i Rosacroce, la massoneria, l’antroposofia, la teosofia e i movimenti esoterici contemporanei – come la Golden Dawn di Aleister Crowley. Se l’egittologia moderna tende a ignorare questa storia parallela, è proprio su di essa che Erik Hornung studioso di fama internazionale, uno dei più rispettati egittologi viventi, concentra la sua attenzione. Riuscendo a conciliare il piacere della lettura con la ricchezza dei riferimenti storici e dei dati specialistici, l’autore assolve in maniera brillante il difficile compito di svelare un sapere arcano, che ha innervato in profondità la storia e la cultura universali. Nelle dense pagine di Hornung si propone un’alleanza audace e inedita – almeno in questo caso molto fruttuosa –, quella della scienza con un’antichissima forma di pensiero: l’esoterismo.

  • Complessi piramidali Egizi

    Un’imponente opera di compilazione e analisi di tutti i complessi piramidali egizi