Questo sito contribuisce alla audience di

L'energia Chi (1^ parte)

Funzioni dell'energia Chi

Le relazioni dell’essere umano col cosmo sono definite dall’energia Chi. Con questo termine, nella Medicina Orientale si intende la sostanza sottile, che e’ impossibile cogliere con degli  strumenti o con i sensi.

Si puo’ spiegare una simile sostanza  chiamandola ad esempio forza vitale o spirito. Sotto l’influenza della forza vitale il Chi si svolge l’attivita’ di tutto l’organismo. L’essere umano riceve nutrimento ed aria dall’ambiente circostante: per tale motivo la sua salute dipende dalla capacita’ di mantenere l’equilibrio.

Si ritiene che esiste un Chi interno che agisce all’interno dell’organismo umano, ed uno esterno che agisce invece in natura. Il Chi esterno,entrando nell’organismo umano tramite l’aria, si tramuta parzialmente in Chi interno, mentre uscendone di nuovo si tramuta in Chi esterno. In tale maniera assistiamo ad una circolazione continua di energai.

Il Chi coagisce con tutti i tessuti dell’organismo, in particolar modo col sangue. Una circolazione armonica sostiene la forza dello  spirito.

L’indebolimento del Chi porta sempre al peggioramento della circolazione sanguigna, e tale peggioramento porta a sua volta alla stagnazione del Chi. Nell’organismo umano non esiste punto dove non sia il Chi.

Dipendentemente dal flusso di atle forza vitale, l’attivita’ dell’organismo diminuisce od aumenta. Le funzioni del Chi si esplicano:

-nel garantire la crescita e lo sviluppo dell’individuo

-nel controllo della circolazione

-nel controllo della permeabilita’ del calore

-nella difesa dell’organismo da fattori nocivi esterni. In caso di un loro ingresso nell’organismo il   Chi oppone loro resistenza

-nella regolazione e controllo di tutti i processi metabolici dell’organismo, nella secrezione ed espulsione delle tossine

-nel nutrimento dell’organismo