Questo sito contribuisce alla audience di

Ultimi interventi

prossimi 10 »
  • le lampadine a basso consumo risparmiano 5,6 mld kWh all'anno

    Una recente ricerca dell’European Companies Federation (ELC) conferma che la sostituzione delle lampadine a incandescenza, se fosse effettuata in tutta Europa entro il 2015, porterebbe alla riduzione di 23 milioni di tonnellate di anidride carbonica, con un risparmio di 7 miliardi di euro. Secondo alcune stime, se i 21 milioni di famiglie italiane sostituissero le lampadine a incandescenza da 100 watt con le equivalenti fluorescenti compatte da 20 watt, in un anno si eliminerebbe 1 milione di tonnellate di CO2.

  • Finanziaria 2008 - Efficienza energetica penalizzata

    Il testo della Finanziaria 2008 presentato dal Governo in Parlamento esclude dalla detrazione fiscale i termocamini e le stufe a biomasse, le lavatrici di classe “A+”, le pompe di calore ad alta efficienza. È quanto sottolinea il Kyoto Club con una nota stampa. “Nonostante una mozione parlamentare approvata lo scorso 18 settembre, che impegna il Governo nell'estendere la defiscalizzazione per interventi di riqualificazione energetica della finanziaria 2007 a molti altri interventi di risparmio energetico – si legge nella nota - , il testo della Finanziaria 2008 presentato dal Governo in Parlamento non contiene nulla di quanto previsto”.

  • Casa efficiente: risparmio e detrazioni eliminando gli sprechi

    I 200 Euro di sconto per la “rottamazione” dei vecchi elettrodomestici con quelli di classe “A” sono solo un primo passo verso il risparmio economico nel contesto delle opere edilizie che contribuiscono al risparmio energetico. Fonte: Sorgenia news

  • Caldaie a condensazione: risparmio e tutela ambientale

    La causa principale dell’inquinamento delle nostre città è dovuta in modo sensibile alla combustione di carburanti fossili per il riscaldamento degli edifici, sia industriali sia domestici. L'avvicinarsi della stagione fredda è il momento opportuno per verificare il corretto funzionamento degli impianti di riscaldamento ed eventualmente passare a soluzioni più efficienti: in una caldaia tradizionale i fumi di combustione vengono smaltiti nell’atmosfera quando hanno ancora un elevato contenuto calorico.

  • Legambiente si accorda con Associazione Certificatori Energetici

    Stipulata la convenzione tra Legambiente e l'Associazione Certificatori Energetici (ACE) che prevede una procedura di calcolo e un listino prezzi trasparente per la Certificazione Energetica. L'accordo con ACE nasce dalla volontà di semplificare gli iter burocratici a quei cittadini che vogliono usufruire degli incentivi inseriti nella Legge Finanziaria 2007.

  • Si fa attendere la legislazione sulla certificazione energetica

    Il ministero dello Sviluppo economico è al lavoro per stendere la bozza di linee guida nazionali per la certificazione energetica degli edifici, previste dal dlgs 192/2005, come modificato dal dlgs 311/2006. Tali linee guida, secondo le previsioni, dovrebbero essere saranno emanate dal dicastero di Bersani non prima di luglio.

  • Casarinnovabile.it - le rinnovabili nel settore domestico

    Per dissolvere incertezze o questioni ambigue legate all'evoluzione della normativa e degli incentivi riservati a quanti installano un impianto fotovoltaico, il Ministero dell'Ambiente ha lanciato sul web un nuovo portale in forma di guida on line, contenente tutte le informazioni utili rivolte alle famiglie e alle aziende che vogliono avvalersi dei contributi o che sono ancora indecisi e cercano informazioni chiare, semplici e precise

  • Prodi dedica alla casa l’ultima energia

    Diffuso il decreto ministeriale che sblocca la detrazione d’imposta del 55% per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici

  • Nuove norme sul rendimento energetico nell'edilizia

    Il Consiglio dei Ministri, nella seduta del 6 ottobre scorso, ha approvato in via preliminare uno schema di decreto legislativo (sintesi del provvedimento in formato .pdf) che modifica alcune parti della normativa di recepimento della direttiva 2002/91 in materia di rendimento energetico nell'edilizia, alla luce della duplice esigenza di tenere conto del bilancio emergente dai primi dieci mesi di applicazione e di sviluppare la politica energetica nazionale e regionale nel settore civile.

  • Un riscaldamento efficiente riduce i consumi del 30%

    L’avvicinarsi dell’autunno è il momento per verificare il corretto funzionamento e lo stato di manutenzione degli impianti di riscaldamento di uffici e abitazioni. Nonostante ormai da qualche anno i maggiori picchi nei consumi elettrici si registrino durante l’estate, sono i mesi freddi quelli in cui l’utilizzo di tecnologie arretrate e combustibili altamente inquinanti rendono irrespirabile l’aria delle nostre città, prima ancora che danneggiare l’equilibrio climatico complessivo del nostro pianeta.