Questo sito contribuisce alla audience di

Ultimi interventi

« precedenti 10 | prossimi 10 »
  • Illuminazione efficiente: 10% di energia risparmiata nel mondo

    La sostituzione dei sistemi di illuminazione tradizionali con sistemi efficienti consente di risparmiale il 10% dell'energia consumata a livello mondiale. Il dato arriva da uno studio condotto dall'Agenzia internazionale dell'energia (Iea) secondo cui la messa in atto di politiche di risparmio energetico nel settore dell'illuminazione avrebbe benefici effetti anche sulla riduzione delle emissioni di CO2.

  • L'Ue punta a ridurre i consumi del 20% entro il 2010

    Ridurre del 20% i consumi di energia entro il 2020, con un risparmio economico di 150 miliardi di euro e la riduzione delle emissioni pari a 380 milioni di tonnellate di anidride carbonica. È questo l'obiettivo fissato a cui vuole arrivare Bruxelles per i 25 paesi dell'Unione europea.

  • Cosa sono i certificati bianchi e a cosa servono

    Gli obblighi di risparmio energetico. Al fine di promuovere l’impiego di apparecchiature e impianti ad alta efficienza in luogo di sistemi poco efficienti, sulla base di quanto stabilito dai decreti ministeriali 20 luglio 2004, l’Autorità impone ogni anno ai distributori di energia elettrica e di gas naturale di maggiori dimensioni di conseguire un determinato obiettivo di risparmio energetico attraverso la realizzazione di interventi presso i consumatori finali (es.: installazione di elettrodomestici o caldaie ad alta efficienza, interventi di isolamento termico degli edifici, interventi per aumentare l’efficienza energetica di processi industriali). Gli interventi realizzati vengono sottoposti all’Autorità che ne valuta e certifica i risparmi energetici conseguiti e autorizza successivamente il Gestore del mercato elettrico (GME) ad emettere i cosiddetti “titoli di efficienza energetica” in quantità pari ai risparmi certificati.

  • Risparmio energetico: superato l’obiettivo nazionale per il 2005

    E’ stato ampiamente superato l’obiettivo nazionale di risparmio energetico definito dall’Autorità per l’anno 2005, sulla base dei decreti ministeriali 20 luglio 2004 orientati allo sviluppo di interventi di efficienza energetica. Tali interventi sono del tipo "ottenere di più con meno", ossia riguardano azioni di risparmio di energia a parità di servizi energetici goduti dai consumatori finali e non semplici tagli dei consumi. L’obiettivo per l'anno 2005 prevedeva il conseguimento di risparmi di energia primaria pari a circa 156.000 tonnellate equivalenti di petrolio. A seguito delle valutazioni tecniche effettuate dagli uffici dell'Autorità su 1.100 progetti circa, realizzati dalle società distributrici di energia elettrica e gas e dalle società specializzate (ESCO - Energy services companies), sono stati fino ad oggi certificati risparmi fino a circa 280.000 tonnellate equivalenti di petrolio, di cui il 75% relativo a minori consumi di energia elettrica, il 21% a minori consumi di gas naturale, il rimanente ad altre forme di energia.

  • Nuove norme UE sull’efficienza energetica - Diagnosi Energetica

    Prevista la “diagnosi energetica”, equivalente alla certificazione sul rendimento energetico nell'edilizia. L’Unione europea ha emanato la direttiva 2006/32 relativa all’efficienza degli usi finali dell’energia e ai servizi energetici. La nuova direttiva abroga la 93/76/CEE. Gli articoli della direttiva sono preceduti da numerosi “considerando” che ricordano, tra le altre cose, gli impegni di Kyoto; il contributo che un orientamento favorevole a tecnologie più efficienti sotto il profilo energetico può dare all'innovazione e alla competitività della Comunità, come sottolineato nella strategia di Lisbona; il ruolo del settore pubblico nell’applicazione di criteri di efficienza energetica nelle procedure di aggiudicazione degli appalti pubblici.

  • Valore dei Certificati Bianchi

    Di seguito sono raccolti i risultati degli esiti di mercato dei Titoli di Efficienza Energetica relativi alle sessioni di Marzo e Aprile 2006.

  • Tutto pronto per il mercato dei Titoli di Efficienza Energetica

    Roma, 2 febbraio 2006. Il CdA del Gestore del Mercato Elettrico S.p.A. (GME), riunitosi in data 1 febbraio 2006, ha deliberato l'avvio delle contrattazioni dei Titoli di Efficienza Energetica (TEE) sulla propria piattaforma informatica, che avverrà operativamente entro la fine di febbraio. Sono stati fissati, infatti, gli ultimi elementi necessari a consentire l'accesso al Mercato dei Titoli di Efficienza Energetica e lo scambio dei TEE tra i soggetti impegnati nel sistema di promozione del risparmio energetico.

  • Domanda di ammissione al mercato

    Dal link seguente è possibile scaricare la Domanda di ammissione al mercato dei Titoli di Efficienza Energetica. La medesima documentazione è scaricabile dal sito del GME: www.mercatoelettrico.org

  • Titoli di Efficienza Energetica

    I Titoli di Efficienza Energetica (TEE) fanno riferimento ai Decreti Ministeriali del 20 luglio 2004 e successive modifiche, nei quali vengono definiti gli obiettivi quantitativi nazionali annuali di risparmio energetico da conseguire nel periodo 2005-2009

  • ESCO - Energy Service Company

    Le E.S.Co., acronimo di "Energy Service Company", ovvero Società di Servizi Energetici, sono nate negli Stati Uniti tra la fine degli anni '70 e l'inizio degli anni '80, per rispondere in modo concreto alla crescente richiesta di risparmio, in termini energetici e di risorse, sul fronte pubblico e privato.