Questo sito contribuisce alla audience di

La disponibilità di energia solare al suolo

L’effettiva disponibilità di energia solare al suolo varia in base a differenti fattori

La valutazione della potenza incidente viene valutata in Watt/metro quadro ed è un parametro importantissimo per l’applicabilità degli impianti alimentati da fonte solare. Fuori dall’atmosfera, ossia con massa d’aria pari a zero, tecnicamente parlando, la potenza incidente è pari a 1367 W/m2; tale valore, noto come costante solare, è una media tra il valore all’afelio (1399 W/m2) e il perielio (1309 W/m2) del sole.

L’atmosfera attenua quindi la potenza incidente al suolo mediante due meccanismi:

Diffusione e Assorbimento; mentre il primo è una funzione continua della lunghezza d’onda del raggio incidente, la seconda è discontinua e si presenta solo in particolari range, differenti per ogni componente dell’atmosfera. Esprimendo le due in termini percentuali, la Trasparenza Complessiva è data dal prodotto dei due termini.

 

La disponibilità di energia solare al suolo è variabile e dipende da:

-         alternarsi giorno/notte;

-         alternarsi delle stagioni;

-         variazione posizione del Sole nel cielo durante il giorno;

-         variazione coefficiente di trasparenza;

-         variazione condizioni meteo;

-         altitudine del sito (in relazione alla massa d’aria attraversata dai raggi);

 

Per determinare l’andamento della potenza raggiante si sfruttano modelli basati sull’analisi di dati astronomici e geografici o modelli basati su regressioni di dati meteo che si fondano sull’eliofania del sito, cioè un valore relativo al numero di minuti di insolazione di ogni sito.