Questo sito contribuisce alla audience di

Impianti energetici ed Effetto Nimby

“Non Nel Mio Cortile” sembra voler dire un animoso comitato locale a difesa della propria valle di fronte all’idea di realizzare un importante infrastruttura di comunicazione nazionale... ovvero il paradosso di riconoscere un opera necessaria, o comunque utile, e non riuscire a costruirla. Non è il complicato prologo di un romanzo ma, sempre più spesso, l’infelice epilogo di processi autorizzativi relativi a infrastrutture di interesse nazionale. L’acronimo inglese “Nimby”, Not In My Backyard, non nel mio cortile appunto, rappresenta l’opposizione incondizionata e assoluta delle comunità e degli abitanti dei luoghi destinati ad ospitare termovalorizzatori, discariche, impianti di energia, infrastrutture e opere pubbliche in generale.

In Italia sono numerose le strutture oggetto di contestazione territoriale ed il fenomeno Nimby ha assunto proporzioni rilevanti, coinvolgendo soprattutto impianti legati al ciclo di trattamento dei rifiuti e infrastrutture energetiche o per i trasporti; si veda ad esempio il movimento “No Tav” o quello legato allo smaltimento dei rifiuti nucleari, sfociati nell’ulteriore degenerazione acritica del Nimby, e riassumibile nell’acronimo BANANA, “Build Absolutely Nothing Anywhere Near Anything” (non costruire assolutamente nulla vicino a qualcosa).

Al top delle polemiche la tratta ferroviaria ad Alta velocità Torino-Lione; seguono il termovalorizzatore di Trento, la centrale di Bertonico, il termovalorizzatore di Firenze, il rigassificatore di Brindisi e la centrale eolica di Scansano. Se da un lato l’atteggiamento di rifiuto dei cittadini è comprensibile, mentre quello dei movimenti ambientalisti spesso può definirsi strumentale, dall’altro si deve constatare che purtroppo - secondo quanto riportato dal Primo Convegno Nazionale Nimby Forum (tenuto a Roma nel luglio 2005) - in Italia solo nel 3% dei casi erano state avviate iniziative di consultazione e informazione delle comunità locali prima dell’inizio dei lavori.