Questo sito contribuisce alla audience di

Enel investe 400 milioni di euro nell'energia geotermica

400 milioni di euro da investire in energia geotermica. È questo lo stanziamento messo a disposizione da Enel nei prossimi cinque anni per la realizzazione di cinque nuove centrali geotermiche in Toscana. Investimento che si affianca ai 14 milioni di euro l'anno per quattro anni messi a disposizione dalla Regione Toscana a sostegno di programmi e studi per le fonti rinnovabili.

L’annuncio degli investimenti nel settore, di provenienza diversa, ma entrambi con la finalità di sfruttare al massimo le energie alternative, sono stati resi noti dal presidente della Regione Toscana, Claudio Martini, e dal responsabile nazionale dell’area energie rinnovabili dell’Enel, Vittorio Vagliasindi, in occasione dell’inaugurazione dei nuovi impianti della centrale idroelettrica di Gallicano, nel bacino idrografico del Serchio.
“Mi piacerebbe che la Toscana diventasse la Silicon Valley dell’energia alternativa”, ha affermato Martini, anticipando alcuni impegni del futuro piano energetico regionale.
L’Enel ha già presentato alla Regione tre progetti per nuove centrali geotermiche e altri due saranno preparati nei prossimi tempi.
“In Toscana - ha affermato Vagliasindi - porteremo avanti il nostro programma sulle fonti rinnovabili, puntando sulla geotermia con un investimento da 400 milioni e continuando ad ammodernare le centrali idroelettriche con singoli investimenti tra i 10 e i 20 milioni”.