Questo sito contribuisce alla audience di

CERTIFICATI SOSTENIBILITA' PER BIOCARBURANTI

28-02-2007 [(Ansa)] - Poter coniugare l'uso dei biocarburanti alla sostenibilità è un'esigenza chiara ormai reclamata da tutti. L'hanno dimostrato le numerose risposte alla consultazione pubblica lanciata dalla Commissione europea sulla Direttiva Biocarburanti, che sollevavano appunto questo problema. E più concretamente lo evidenzia l'orientamento assunto dalla Gran Bretagna e dall'Olanda che stanno studiando la possibilità di certificare la sostenibilità dei biocarburanti venduti.

Secondo quanto si legge nel Rapporto sui Trasporti, pubblicato dall’Agenzia Europea per l’Ambiente (EEA), anche la Commissione europea sta lavorando perchè si possa arrivare all’uso di una certificazione di sostenibilità in tempi brevi, entro i prossimi mesi. Il bilancio netto tra CO2 assorbita e quella consumata per la produzione di energia non è sempre lo stesso e varia a seconda del tipo di biocarburante. Ecco perché è necessario fare un’analisi completa e dettagliata, dalla fonte all’uso finale (well to wheel), per valutare la soluzione migliore dal punto di vista ambientale e per avere indicazioni relative anche alla conservazione della biodiversità. Lo studio è basilare anche per esaminare le possibili alternative. E’ comunque necessario, per guidare la produzione bioenergetica nella giusta direzione, adottare una politica quadro appropriata combinata con consigli e assistenza sugli aspetti ambientali per i pianificatori di bioenergie, gli agricoltori e proprietari delle foreste. La relazione dell’EEA sottolinea poi la necessità di valutare e comparare anche il differente apporto dato, in termini di emissioni, dall’uso della biomassa utilizzata per produrre biocarburanti e di quella destinata a produrre calore ed elettricità.