Questo sito contribuisce alla audience di

Accettabilità dell’Eolico: negli USA è promosso, e qui da noi...

in Texas il 93% degli abitanti considerano il vento la miglior fonte per la produzione di energia. Analizzare le differenze tra la situazione Americana, in cui l’eolico sta esplodendo, e la nostra, tra le mille difficoltà degli operatori. Radici culturali differenti, gestioni discutibili in passato, giornalismo di stampo scandalistico piuttosto che d’informazione, comitati “verdi” di una tonalità più vicina a quella della moneta che dell’ambiente...

L’eolico ha un impatto visivo innegabile nel paesaggio ma costituisce una delle tante forme di integrazione con e nella natura che l’uomo ha messo in piedi sin dalla sua comparsa in questo mondo; un mondo fatto di ecosistemi messi smisuratamente più a rischio dai cambiamenti climatici che dalle torri eoliche, mezzi necessari quanto case, ville, strade, aeroporti.

Non si può essere ciechi di fronte alle comodità e alle necessità che gli stessi comfort implicano. E’ voler intrattenimento e comunicazione senza antenne radio, è voler viaggiare senza strade,ferrovie e aeroporti.

E se è vero che ci sono tante forme alternative di energia è anche vero che serve valutare l’efficienza delle stesse alternative: per sostituire l’energia prodotta da una sola torre eolica di 50 metri di altezza serve un impianto fotovoltaico che occupa una superficie lorda di 30 ettari. Senza contare i costi, 4/5 volte superiori per il fotovoltaico.

E l’integrazione delle fonti e una linea di azione razionale e univoca che può garantire un approvvigionamento energetico sostenibile al nostro Paese con costi allineati alle altre nazioni europee.

 

” Residents of the leading state for wind power are embracing the energy source more than ever, according to a new Texas statewide survey.
The survey, conducted by Houston-based Promark Research and commissioned by FPL Energy, found that 93% support further development of wind energy in the state. Similarly, 90% believe that wind energy should be a part of the state’s power generation portfolio.

According to the survey of 809 voters in the state, which was conducted in mid-January, Texans view wind energy as the most environmentally friendly form of electricity and the best way to meet the state’s power needs. In 2006, FPL Energy’s 11 Texas wind farms generated more than 3.6 million MWh of electricity and offset fossil-fueled power generation emissions totaling more than 2.3 million tons of carbon dioxide, more than 5,000 tons of sulfur dioxide and over 2,000 tons of nitrogen oxide that would otherwise have been released into the environment, FPL said. To achieve the same carbon dioxide reduction, Texas would have to remove more than half a million cars from its roads, the company said.