Questo sito contribuisce alla audience di

Si fa attendere la legislazione sulla certificazione energetica

Il ministero dello Sviluppo economico è al lavoro per stendere la bozza di linee guida nazionali per la certificazione energetica degli edifici, previste dal dlgs 192/2005, come modificato dal dlgs 311/2006. Tali linee guida, secondo le previsioni, dovrebbero essere saranno emanate dal dicastero di Bersani non prima di luglio.

Il documento, che attualmente è ancora suscettibile di alcuni miglioramenti e semplificazioni, ha l’obiettivo di rendere il più omogenee possibile le prescrizioni tecniche, per renderle facilmente applicabili su tutto il territorio nazionale.

Il prossimo appuntamento di confronto in merito alla stesura della bozza è previsto per fine maggio con i rappresentanti delle Regioni; dopodiché il provvedimento dovrà passare in Conferenza Unificata per l’intesa e successivamente in Consiglio dei Ministri per l’approvazione definitiva.

Le Linee guida nazionali definiranno le prestazioni oggetto di certificazione, stabiliranno il sistema di classificazione, le metodologie di calcolo, il sistema di accreditamento e le procedure di rilascio del certificato.
In considerazione del ruolo strategico della certificazione energetica nel quadro della politica nazionale in materia di risparmio energetico, le linee guida costituiranno un ulteriore riferimento alla stesura dei provvedimenti regionali.

Un Ente o Agenzia nazionale sarà designato quale organismo per il monitoraggio e il supporto tecnico al ministero dello Sviluppo Economico e alle Regioni, e per il coordinamento territoriale di tutte le iniziative connesse alla certificazione energetica (e in generale all’efficienza energetica in edilizia).