Questo sito contribuisce alla audience di

Incentivi-15 anni alle rinnovabili nella prossima finanziaria

La prossima finanziaria promette bene. La bozza della Legge Finanziaria 2008 punta, infatti, a dare forte impulso alle fonti rinnovabili e a far crescere il mercato italiano dell’energia verde. È quanto ha annunciato il sottosegretario all'Ambiente Gianni Piatti in occasione della fiera 'Ecomondo - Key Enery' che si è tenuta a Rimini la scorsa settimana.

“È un impegno a tutto campo quello di ministero e Governo sul fronte ambientale”, ha detto Piatti, e nelle strategie di sviluppo sostenibile è alta l’attenzione verso la promozione delle fonti rinnovabili. Le linee a favore delle rinnovabili, contenute nella Finanziaria, sono il risultato di emendamenti proposti dai senatori Edo Ronchi e Francesco Ferrante.
“La proposta della legger finanziaria 2008, attualmente in fase di approvazione in Parlamento, e i decreti ad essa collegati - ha spiegato il sottosegretario - consentiranno l’istituzione di un ampio sistema di incentivi duraturi nel tempo, fino ai prossimi 15 anni, per la diffusione delle energie rinnovabili. È una sfida notevole che mira a colmare il gap energetico che ci divide dal resto dell’Europa anche in vista dell’obiettivo del 20% di energia da fonti rinnovabili fissato in ambito comunitario”. Uno sforzo che coinvolge anche le politiche rivolte al mondo industriale.
“Non siamo soli nel percorrere questa prospettiva – ha poi aggiunto Piatti -. Il ministero dell’Ambiente è fortemente impegnato, assieme a quello dell’Industria, nell’organizzazione della Conferenza Nazionale Energia-Ambiente per promuovere nei confronti del mondo produttivo le opzioni energetiche innovative e sostenibili oggi disponibili sul mercato, alla luce dei cambiamenti climatici in atto e nella prospettiva di sempre minor disponibilità delle fonti di energia tradizionali. L’appuntamento è fissato nella primavera 2008”.