Questo sito contribuisce alla audience di

Alleanza Nord Europa per l'offshore

Germania, Svezia e Danimarca hanno dato vita ad una nuova alleanza nel campo dell’energia eolica offshore. I tre Paesi nel corso della conferenza “Offshore Wind”, svoltasi nei giorni scorsi a Berlino, hanno infatti firmato una dichiarazione congiunta sulla cooperazione nel campo della ricerca sull’impiego dell’energia eolica offshore.

Germania e Svezia già operavano congiuntamente dal 10 settembre 2005.

I tre Paesi hanno dichiarato di essere determinati a sfruttare al massimo le loro potenzialità di vento offshore.

La Germania ha infatti fissato come obiettivo del settore per il 2030 la produzione del 15% dell’energia consumata nel Paese, introducendo una serie di misure specifiche, come l’aumento della tariffa di ingresso per l’offshore e la decisione di costruire le infrastrutture necessarie per permettere ai parchi eolici offshore di avere accesso alla griglia di trasmissione.

Anche la Svezia ha fissato obiettivi ambiziosi, proponendosi di raggiungere 2.500/3.000 MW entro il 2016.

La Danimarca, ultima arrivata in questa “alleanza”, è già un gigante dell’eolico a livello mondiale. L’industria danese copre infatti un terzo del mercato globale. Inoltre il Paese si propone di soddisfare il 30% del bisogno energetico interno con le rinnovabili entro il 2025, e secondo il governo danese l’eolico giocherà un ruolo di primo piano.