Questo sito contribuisce alla audience di

Capitoli 49-51

Brisingr, riassunto capitolo per capitolo

Capitoli precedenti
Le mani di un guerriero

Oromis dice a Eragon che forse ad Ellesmera potrebbe trovare la vecchia spada di un cavaliere per poterla utilizzare in battaglia: si tratta della spada di Tomerllin. Eragon chiede inoltre al proprio maestro se conosce qualcosa a proposito di un’arma nascosta sotto l’albero di Menoa; Oromis non ne sa nulla. Oromis promette ad eragon di indrgnarli una magia da lui scelta prima che lasci Ellesmera. Eragon chiede inizialmente di insegnarli ad evocare gli spiriti o il proprio nome ma entrambe le proposte vengono rifiutate da Oromis che gli insegna invece a spostare gli oggetti con il pensiero. Infine Oromis osserva le mani del giovane cavaliere: sono le mani di un guerriero.

L’albero della vita

Eragon va a trovare Tamerlein ma dopo aver provato la sua spada si accprge che non è adatta al suo modo di combattere; allora chiede a Rhunon, la forgiatrice di spade degli elfi di forgiargliene una. L’elfa gli spiega che anche se volesse non potrebbe perchè non avrebbe l’acciaioluce, un materiale meteoritico con cui ha sempre forgiato le spade per i cavalieri. Eragon con molti sforzi riesce a trovarne sotto l’albero di menoa.

La mente sul metallo

Rhunon forgia la spada guidando eragon con la mente per non infrangere il suo giuramento secondo il quale non avrebbe più forgiato armi. Mentre svolgono questo difficile lavoro sono osservat da Maud (la gatta mannara) e gli unici due bambini elfici.


Capitoli successivi

Ultimi interventi

Vedi tutti