Questo sito contribuisce alla audience di

I nostri avversari: La Corea del Sud

Conosciamo i nostri prossimi avversari, negli ottavi di finale previsti per martedi’ 18/6

La storia della nazionale di calcio della Corea del Sud non e’ molto ricca di premi, anzi: fa il suo debutto ai mondiali di Svizzera nel 1954, per poi scomparire fino al 1986, anno dopo il quale si e’ sempre qualificata ai mondiali.

Quindi una squadra che negli ultimi vent’anni e’ al vertice del calcio asiatico, ma che non e’ mai emersa a livello mondiale, considerato che fino a ieri non aveva mai raggiunto gli ottavi di finale di un campionato del mondo, e nel ranking della FIFA era classificata al 40mo posto… ovvero la terzultima fra le partecipanti a questo campionato, prima di Senegal e Cina, e dopo Arabia Saudita, Ecuador, Polonia…

Ma si sa… in casa propria si riesce sempre a dare il meglio di se’.

E cosi’ e’ stato per questa nazionale che ha messo in riga pure il Portogallo (che nel Ranking FIFA e’ al quinto posto (noi siamo al sesto!!!)) e non solo conquista per la prima volta gli ottavi di finale, ma lo fa a testa alta vincendo anche il suo girone di qualificazione.

Il merito di questa ascesa non e’ solo del “fattore campo” (pur essendo i tifosi di casa (i “Red Devil”) calorosissimi e appassionati), ma anche dell’allenatore Hiddink, (olandese, primo coach non coreano della squadra, che in passato ha allenato vari team fra cui PSV Eindhoven, Real Madrid e anche la nazionale olandese), che ha avuto il merito di dare tecnica e tattica ad una squadra dotata di forza fisica e difesa.

I giocatori da tenere d’occhio sono Choi e Hwang, e il “nostro” Ahn, che in Corea e’ popolarissimo in quanto primo coreano a giocare in Europa (gioca nel Perugia).

Ultimi interventi

Vedi tutti