Questo sito contribuisce alla audience di

DDP

Il fascino della Francia

Cosa accade se due artisti degli anni ottanta con il pallino della moda decidono di appendere al muro microfono e chitarra? Laurent Caillet e Didier Maroux creano,nel 1996, la DDP una collezione dedicata tutta a un pubblico giovane che si rispecchia in una linea di abbigliamento basata su jeans e t-shirt uniche e originali. Negli anni, Laurent e Didier crescono e aprono negozi in tutta la Francia. Ma vogliono di più. Corteggiano e reclutano Thomas Hanelle che pone la DDP sul mercato d’Europa. Seduce il Marocco,la Spagna, con una particolare attenzione all’Italia,per la quale scelgono il tema dai colori pastello,considerando che gli uomini italiani amano e rischiano anche colori come rosa e arancio.

Il genio di Laurent Caillet e di Didier Maroux diventa ancora più forte e il brand viene lanciato sul mercato della moda innestata jeanswear di alta classe,pur non dimenticando ciò che li ha distinti nel tempo:jeans con tasconi,stoffe raddoppiate con filature arancia o indaco. Thomas Hanelle comprende che bisogna puntare verso un pubblico tra i 20 e 35 anni,giovani lavoratori che vivono ancora a casa di mamma e papà, ma che dedicano tutto il loro reddito all’acquisto di capi d’abbigliamento firmati. T-shirt che sembrano corpetti di regine dell’antico Egitto,camice romantiche che imitano il fascino della corte francese di Mariantonietta,pantaloni raffinati come cavallerizze di inizio novecento. Giacche e jeans sexy alla James Dean, che vestono l’uomo come un cowboy dei nostri tempi,un uomo “macho” ed elegante sicuro di sé e che le donne mangiano con gli occhi. Bambini che vogliono sentirsi grandi,che sognano un futuro da eroi,indossando capi inimitabili. E ancora accessori unici che ci accompagnano nel quotidiano o nelle occasioni speciali:zaini per la scuola,borsoni per viaggiare e borse per le soireè più importanti.

Con un fatturato che supera i 50 milioni di euro e un costo per il pubblico non elevato, mirano a espandersi sempre più. Uno stile alternativo,eccessivo ma anche sportivo e di classe per un pubblico che vuole far parte della storia da protagonista,come su un palcoscenico,continuamente illuminati dalle luci della ribalta! Il brand attualmente può contare 2.100 punti vendita in Francia,1.400 in Europa,cercando passaggi per Asia e Medio Oriente. Non punta sull’apertura di catene di negozi,preferisce infatti distributori multibrand. Anche se progetta per il futuro numerosi franchising dall’Europa all’America. Forse nell’antichità la culla della cultura era la Grecia,ma ora la culla della moda è certamente la Francia,e Laurent e Didier sono i nostri scrittori di stile.

Articolo inviato da Mariangela Barberisi

Argomenti

Link correlati