Questo sito contribuisce alla audience di

Il manager post moderno di Peppino Fieni

L'errore sta nel fatto che la Morale è un abito che cresce come la società, provate a mettere a un bambino di 11 anni i vestiti di quando ne aveva sei, vedrete che gli andranno stretti e il bambino farà di tutto per "liberarsene".


Il manager post moderno
Una favola senza età
di Peppino Fieni

Riscuoteva soldi, faceva progetti, questi andavano sempre male. La gente ne risentiva. Nessuno più si fidava, lo stato era rassegnato e pagava.

Il manager riscuoteva e pensava che il capitalismo funziona così. Addirittura uno di questi si paragonava a Seneca perché, diceva, a quei tempi anche lui era un manager, insegnava a Nerone come fare.

Nerone quella volta capì e pensò:

Adesso faccio come mi pare!

Roma andò a fuoco. Qualcuno dice che la storia si ripete. Qualcuno dice che non gliene frega niente. L’uomo è così: dirige, ma soprattutto intinge.

Un motto da tenere a mente, si ripete sempre. Ma il manager post moderno, ormai è convinto che dirigere è solo intingere.

Convinto anche che il suo procedere è suffragato dalla storia, si diceva:

Ma in fondo io che c’entro, se le cose vanno male! La colpa è del capitalismo.

Allora, il solito dotto, disse che il capitalismo stava morendo e non c’era nessun bisogno di farlo risorgere. Allora si cominciò a parlare di Risorgimento. Cavour, Mazzini e tutti quelli che avevano fatto sorgere quel paese che chiamano Italia, vennero rispolverati e si notò che c’era molta polvere da togliere.

La Morale?

Questa bella “favola” di Peppino Fieni, risveglia in me la questione della Morale. La società post moderna della Morale se ne infischia, è un colletto troppo stretto che va allentato, un collo che dalle catene va liberato.

L’errore sta nel fatto che la Morale è un abito che cresce come la società, provate a mettere a un bambino di 11 anni i vestiti di quando ne aveva sei, vedrete che gli andranno stretti e il bambino farà di tutto per “liberarsene”.

La morale del passato sta stretta alla società post moderna, bisognerebbe cucire un abito per ogni età, e ai figli di questa società: i nostri Manager Rampanti, insegnare che la morale non è un colletto stretto, non è un collo che va liberato dalle catene, la morale è il letto del fiume, la morale è la casa che preserva la famiglia, la morale è un piatto caldo e un focolare per i barboni, la morale è un letto per l’amore, la morale è una chiesa in cui pregare, la morale è una canzone da cantare, la morale è un abito che veste e non traveste le nostre teste.

Commenti dei lettori

(Inserisci un commento - Nascondi commenti anonimi)
  • Peppino Fieni

    26 May 2010 - 11:38 - #1
    0 punti
    Up Down

    Questo lo devo scrivere! Mi piace troppo questa morale, e non sono di parte. Dentro c’è la poesia della vita, così l’ho sentita.