Questo sito contribuisce alla audience di

L’arte contemporanea sbarca a Palazzo Schifanoia

A cura di Angelo Andreotti, ouverture con la scultrice Mirta Carroli, sabato 4 Dicembre

Palazzo Schifanoia affreschiCelebre nel mondo come storica delizia egli estensi, in età moderna anche quasi semiotica immaginaria dell’astrologia, per i suoi meravigliosi affreschi a tema, oggetto di decine di studi estetici e mitologici contemporane, tra le mete turistiche più seducenti di Ferrara, Palazzo Schifanoia apre finalmente all’arte contemporanea.

Finalmente, per la sua struttura particolare, le sue stanze dei giochi… , dopo restauri moderni anche molto funzionalisti, in quanto, pur … in certo modo museo, si presta eccome come scenografia quasi naturale a innesti episodici anche del nostro tempo…

Non a caso, non soltanto il giardino sottostante da diversi anni è già teatro di concerti e performance rinascimentali e moderne: Wim Wenders e Antonioni hanno girato- con Mastroianni e altre star protagoniste- diverse scene del famoso “Al di là delle Nuvole”. Il prossimo 4 dicembre, ouverture postmoderna con la scultrice Mirta Carroli, a cura di uno degli art director di Palazzo Schifanoia, una delle figure quasi storiche dell’arte contemporanea e non solo ferrarese, l’eclettico curatore, ma anche poeta, Angelo Andreotti, personaggio di rara sobrietà e chiara competenza e talento molteplice..

“…..l’iniziativa lanciata dalla Direzione Artistica dei Musei Civici di Arte Antica di Ferrara, che vuole offrire una nuova prospettiva di visita ai Musei di Arte Antica della città Estense, creando esposizioni di importanti artisti contemporanei, che attraverso le loro opere vengono chiamati a dialogare con gli spazi museali. Il lavoro della scultrice Mirta Carroli, nata a Brisighella e bolognese di adozione, è incentrato sullo studio di forme ancestrali, quasi primordiali, che si rifanno al mito e alla vita quotidiana dell’uomo, evocando le antiche civiltà. Dall’osservazione dei meravigliosi affreschi nel Salone del Ciclo dei Mesi di Palazzo Schifanoia, l’Artista ha colto l’incredibile presenza di numerosissime forme di uccelli posati in ogni luogo rappresentato, ciascuno con un preciso significato esoterico, altro tema fondamentale della ricerca artistica di Mirta Carroli”

Con queste parole una volta tanto non enfatiche e retoriche ma pertinenti e significative, i media ferraresi annunciano questa importante svolta, non soltanto effiemere e contingente alla prima mostra in programma, ma segno (tanto per restare in tema…) di nuove visioni culturali globali per la città metafisica, più dinamiche e al passo con certo divenire storico.

Mirta Carroli, nata quasi sincornicamente (in senso junghiano) per Ferrara città magica a Brisghella- noto villaggio bolognese altrettanto incantato ( e famoso per il suo annuale Festival medievale) laureata in scultura all’Accademia di Belle Arti di Bologna, già docente, poi, nella stessa struttura, è tra le scultrici più apprezzate, significative e note del panorama italiano nella scultura internazionale. …

Vanta personali e mostre a New York (1994 e 2003) e al Mooma di Shanghai (2007); in Italia, tra numerose esposizioni, ricordiamo proprio a…Ferrara di Palazzo Massari a Ferrara (1994 e 1996). le nuove Triennali d’Arte Contemporanea di Bologna (1993 e 1997); la XXII Biennale di scultura di Gubbio( 1994 )e quelle Espone e nel 1995 è presente alla Quarantaseiesima Biennale d’Arte di Venezia nel 1994 e nel 2003. Ulteriormente… diverse prestigiose iniziative e sinergie con e a cura di critici ben noti e autorevoli quali Vittoria Coen, Pietro Bellasi, Giorgio Bonomi, Luciano Caramel ( e ora anche il bravissimo e raffinato ferrarese Angelo Andreotti)

Le categorie della guida