Questo sito contribuisce alla audience di

Ferrara per Sakineh

L’ex avvocato dell’eroina iraniana in città a cura di Amnesty International

SakinehBellissima e importante iniziativa a Ferrare nei giorni scorsi. Ospite per una conferenza Mohammad Mostafaei, l’ex avvocato di Sakineh, la donna iraniana da tempo al centro di una mobilitazione internazionale e nazionale (una volta tanto trasversale) per la nota vicenda persecutoria e infame del regime iraniano.

Conferenza a cura di Amnesty International e della Facoltà di Giurisprudenza. Evento che fa, una volta tanto onore a Ferrara e che globalmente rilancia anche- - quando è scoppiato il caso- certa fondamentale mobilitazione per Sakineh ,già alcuni mesi fa, anche da parte delle associazioni femminili e femministe e delle istituzioni ferraresi.

Mohammad Mostafaei ha sintetizzato la situazione attuale, tutt’oggi molto critica, nonostante i noti risultati già raggiunti, almeno la sospensione provvisoria della esecuzione di Sakineh… La recentissima falsa notizia per alcune ore della liberazione della donna, spiega più di ogni parola, la situazione reale, fragile e di cristallo, sugli esiti concreti futuri.

E il senso della conferenza a Ferrara ( e altrove) molto chiaro: un rilancio ancor più forte, generale, mediatico e anche soggettivo (basta andare nel sito di Amnesty International e non solo per firmare l’appello per la salvezza e la liberazione di Sakineh), per mantenere al top la mobilitazione internazionale, la temperatura necessaria mediatica stessa, governative ed istituzionali.

Questa iniziativa, nello specifico anche ferrarese, segnala anche una nuova visione in generale, più concreta, meno ingenua esistenziale e umanitaria, sulla ben nota querelle epocale, anche italiana, Occidente e società multietnica.

Ferrara ( e l’Italia e l’Occidente) per Sakineh, oltre –probabilmente a medio-lungo termine- siamo ottimisti, a liberare e salvare davvero la donna iraniana, porta alla luce, una delle icone, quella delle donne nel mondo musulmano, potenzialmente più dirompenti, per una evoluzione generale psicosociale nell’approccio realistico alla questione multietnica.

Per Sakineh: infine, un piccolo grande contributo nel/dal territorio ferrarese può venire anche, come già fanno alcuni, rilanciando tutti i blogger ferraresi, in home page o almeno nei post, l’appello di Amnesty International, linkando il sito, banner eccetera, per favorire-effetto farfalla del web- il maggior numero possibile di firme e la mobilitazione più continua e visibile.

Le categorie della guida