Questo sito contribuisce alla audience di

Spigoli&Culture vola nel web

200000 visite nel 2010 per il netmagazine culturale ferrarese

Spigoli&Culture Rivista on line-Ferrara-ItalyA cura di Gian Luca Balestra (Sociologo), Massimo Gherardi (cinefilo), Antonella Chinaglia,(scrittrice), stampato… on line a Ferrara, il netmagazine Spigoli&Culture dopo circa un lustro di attività, nei numeri s’impone oggi nell’area culturale e letteraria ferrarese come il principale punto di riferimento giornalistico ed intellettuale in senso piacevolmente generalista, aperto, finanche multimediale.

In quanto magazine, a Ferrara, sia on che off line, nulla del genere si avvicina a tale impresa più che divulgativa… I dati sono eloquenti e di ampiezza nazionale. 200000 visite nel 2010, una media per un magazine che si autoaggiorna mediamente ogni due settimane (a volte anche settimanalmente) di quasi 20000 al mese.

Con un menu assai ricco: rubriche dedicate alla letteratura, di tutti i generi,classica, moderna, noir, horror, postmoderna, fantasy, novità editoriali italiane e ferraresi, pure libri doc storici del panorama italiano; rubriche culturali di approfondimento; rubriche sulla tecnologia, la scuola, la musica, la storia e soprattutto ad hoc sul cinema, Ferrara stessa (Giorgio Bassani special non stop), arte contemporanea-mostre varie, persino spazi post articoli in inglese, ecc.

Il taglio multimediale specifico sul cinema è stata senz’altro una della news del 2010. Speciali anche focalizzati sul Premio Estense, Premio Campiello… con numerose recensioni dei libri in concorso. Con un taglio non accademico, grande spazio anche a nuovi e giovani scrittori, italiani e ferraresi. Sempre nel 2010 più spazio anche ad interviste su vip ferraresi, letteratura e politica, con le chicche di Roberto Pazzi, Guido Barbujani e persino il sindaco ferrarese Tiziano Tagliani.

Spazio anche all’avanguardia con rilanci del futurismo, oltre a puntuali bollettini news cronaca sui molti eventi ferraresi, underground o “classici”. La rivista on line, infine, anche nel 2010 ha curato alcune iniziative letterarie, L’Autore con Te (a).

Riassumendo: una riflessione doverosa per tutti gli addetti alla cultura ferraresi, pubblici e privati che siano. Mentre on line appunto, Ferrara oggi può vantare un magazine culturale a tal livello sia qualitativo che quantitativo che di valenza nazionale, trend che evidenzia anche in altri target e scenari anche ulteriori blog culturali più specialistici quali ad esempio gli underground Gumwriters e l’Asino Rosso, il blog stesso di Rudy Bandiera, il politicizzato Occhi Aperti, (ma anche altri), off line a parte l’istituzionale Voci di una Città (Ferrara) e il semi-istituzionale l’Ippogrifo letterario del Gruppo Scrittori Ferraresi (o altri simili) per scelte legittime editoriali tuttavia molto di nicchia e statici, nonché fuori dal circuito commerciale in quanto quasi sempre prodotti gratuiti, Ferrara città d’arte e scrittori è nei fatti paradossalmente latente.

Non esiste un qualsivoglia cartaceo, neppure d’avanguardia, degno di questo nome. In fine secondo novecento ad esempio c’erano La Piazza, Luci della Città di Stefano Tassinari, Poeticamente di Lamberto Donegà, tra informazione e letteratura. Nell’era del web tale lacuna segnala anche il futuribile in merito, tuttavia il paradosso nel presente ci appare significativo e riflette, molto letteralmente, l’ombra generale della cultura ferrarese dominante, arroccata su ideologie e posizioni distanti dal divenire degli anni duemila…

*Questo il il link sui cosiddetti spigolatori, i numerosi collaboratori.

Commenti dei lettori

(Inserisci un commento - Nascondi commenti anonimi)
  • Rudy Bandiera

    28 Dec 2010 - 15:45 - #1
    0 punti
    Up Down

    Grazie mille per la citazione e complimenti per il buon lavoro. A presto :)

Le categorie della guida