Questo sito contribuisce alla audience di

Francesca Bielli

L'addio di Alice

Scoperto il tradimento del marito, Alice decide di reagire con determinazione: molla tutto, parenti e amici, e parte per ricominciare una nuova vita. Esce così di scena, nelle puntate in onda in questi giorni, l’ultimogenita di casa Gherardi. Un personaggio che in quattro anni e mezzo ha saputo essere trasgressivo, irrequieto, ma anche sensibile, indifeso e comunque molto amato dal pubblico. E’ stata Francesca Bielli, che lo interpreta fin dagli esordi di “Vivere“, a chiedere di lasciare la soap per assecondare il desiderio di mettersi alla prova, cambiare e provare strade nuove. “Alice Gherardi è stato il mio primo ruolo da attrice ma ormai avevo imparato quello che stavo facendo e non mi divertivo più“, confessa Francesca.

Ma non è un buon momento per lasciare un lavoro sicuro…

E’ vero, è un periodo abbastanza difficile per gli attori proprio perché non c’è lavoro in giro, e questo da un paio di anni, ma non m’importa: sono una che rischia e preferisco mettermi in gioco adesso, che ho solo 25 anni. Sono tranquilla, non ho fretta e intanto un lavoro già ce l’ho: faccio la doppiatrice di cartoni animati, che è molto divertente e mi lascia il tempo per fare provini e guardarmi intorno con calma. Non mi andrebbe di rientrare subito in televisione“.

L’ultima scena di “Vivere“ l’hai girata quasi due mesi fa (mentre noi la vediamo in questi giorni). Ti manca la soap

No, non ne potevo più, mi sentivo in gabbia: sempre le stesse persone, gli stessi posti, chiusa per ore negli studi. D’inverno capitava di entrare al mattino alle 8, col buio, e uscire alle 6 o alle 7, ancora col buio. Non vedevamo la luce del giorno, non potevamo aprire la finestra, sembrava di non vivere“.

E che cosa ti ha dato?

La notorietà. E una grande soddisfazione essere riconosciuti per strada, anche se non sempre si è nell’umore giusto per stare con i fan. Poi quest’esperienza mi ha insegnato a essere sempre pronta perché i tempi in una soap sono strettissimi e capita di girare tredici scene in un giorno, mentre solitamente al cinema se ne gira una. Così, quando vado a fare un casting leggo la parte e la so, sono subito pronta, e se un regista mi dice qualcosa capisco immediatamente dove ho sbagliato e quello che devo fare“.

Sei ancora in contatto con qualcuno del cast?

La persona che mi è rimasta nel cuore è Fiorenza Marchegiani, anche se è uscita da “Vivere“ più di un anno fa. Non l’ho più vista ma la sento ed è l’unica che mi ha veramente dato tutto: amicizia, professionalità, perché è la sola ad avere qualcosa da insegnare. Lei è un’attrice, gli altri sono amici. Sono molto legata a Manuela Maletta e a Gabriele Greco, coi quali mi sento spesso ed esco a cena“.

E l’amore?

Sono single e, al momento, contenta di esserlo. Perché voglio buttarmi a capofitto nel lavoro, viaggiare per fare provini, e un fidanzato sarebbe difficile da gestire“.

Che cosa sogni di fare?

Un musical e, non ridete: da quando “Mediterraneo“ ha vinto l’Oscar sogno di fare la figlia di Diego Abatantuono. O comunque di lavorare con lui o con Sergio Castellitto, i migliori sulla piazza“.

Dal settimanale Telepiù

Ultimi interventi

Vedi tutti

Link correlati