Questo sito contribuisce alla audience di

Acta Philosophica. Rivista internazionale di filosofia: vol. 19 (2010)

La ventennale rivista di filosofia si occupa del significato dell'etica tra società e religione

Acta Philosophica è una delle più autorevoli e significative riviste internazionali di filosofia; nata nel 1992, e edita da Fabrizio Serra Editore, la rivista è curata dalla Facoltà di Filosofia della Pontificia Università della Santa Croce, e accoglie contributi e saggi in spagnolo, italiano, inglese e francese. Il livello dei due volumi pubblicati ogni anno è estremamente elevato, e una cifra caratteristica di Acta Philosophica è l’attenzione nei confronti del dibattito del rapporto tra ragione e fede nelle sue molteplici coniugazioni. Sono costanti ad esempio gli interrogativi dell’etica sociale visti attraverso la lente dei principi religiosi, ed è il caso dell’ultimo numero uscito all’inizio di questo anno; la maggior parte dei saggi infatti sono dedicati al rapporto tra etica e religione, da una prospettiva sia filosofica ma anche sociologica.

Così è per il bellissimo studio di Pierpaolo Donati, noto sociologo italiano, dal titolo Le virtù sociali della famiglia; quale è il destino della “famiglia” e dei valori legati a tale istituzione nella postmodernità? Quando la famiglia rischia di perdere la funzione di generare virtù e inizia a produrre vizi, capaci di contaminare anche i più giovani? E’ possibile che la famiglia venga sostituita nella sua funzione di fondatrice e promotrice di valori? Donati affronta tali interrogativi con piglio analitico e con lucidità, arrivando a proporre soluzioni e modelli affinché la famiglia torni a assumere una funzione cardine nella società contemporanea.

Natalia Lopez Moratalla, dell’Università di Navarra in Spagna, nel suo La busqueda en el cerebro de la dotacion etica innata y universal, la questione etica si interseca con la neurologia; l’autrice rintraccia elementi di condivisione tre i due ambiti e la possibilità di un apporto reciproco.

Nella rubrica Note e commenti Leonardo Allodi dell’Università di Bologna, nel suo saggio Tra etica della libertà ed etica dell’ordine: persona, società e stato, si chiede: “Nell’epoca del “non senso del senso”, che cosa può significare interrogarsi sul rapporto tra “politica e valori”? La modernità non è forse il luogo dell’affermazione di una “passione per il neutro”, ormai pienamente realizzata?“. Allodi insiste nel suo scritto sull’esigenza di un’ “etica dell’ordine”, necessaria spesso a contenere la dispersione pericolosa esercitata da un relativismo radicale che contamina il nostro mondo. Umberto Galeazzi, noto esperto della filosofia di Tommaso, contribuisce al dibattito sulla nozione di male e sugli interrogativi di etica e bioetica attraverso il suo profondo elaborato dedicato proprio a Tommaso d’Aquino (Il problema del dolore alla luce dell’antropologia di Tommaso d’Aquino).

Tra i saggi in lingua straniera, quello dei due professori di università israeliane, Amir Horowitz e Hilla Jacobson, dal titolo Externalism and the resolution of self-knowledge e di Jose Maria Torralba dal titolo Bienes humanos y normatividad moral. La critica de G.E.M. Anscombe al concepto de “Moral ought”.

Come è classica usanza di Acta Philosophica, il volume si compone anche di altre sezioni: Forum, che in questo numero vede il confronto tra Luca F. Tuninetti, Josè Morales, Giuseppe Bonvegna e Joshua P. Hochschild sul tema John Henry Newman: epistemology, ethics and political thought; e Cronache di filosofia, curata da Tommaso Valentini , che raccoglie notizie e comunicati relativi a convegni e eventi di ambito filosofico. A corredare il tutto, le classiche rubriche di recensioni e schede bibliografiche.

Un volume di grande interesse, di ampio respiro e con opere di nomi di alto livello dello scenario filosofico e sociologico mondiale.