Questo sito contribuisce alla audience di

La filosofia nei luoghi del silenzio

Settimane filosofiche estive: trentasette docenti ( Cacciari, Barzaghi, Zamagni, Zucchini, Catti, Casali, Augias, Bertuzzi e altri) per 19 incontri in 12 Eremi e Monasteri, dal 21.7 al 30.8 a cura dello Studio Filosofico Domenicano di Bologna.

Con il ritorno delle vacanze ritorna anche “La filosofia nei luoghi del silenzio”.

È questo il settimo anno che lo Studio Filosofico Domenicano e l’Associazione Accademia vi propongono con crescente successo questa esperienza, che vi permette al tempo stesso:
-di arricchire la vostra cultura attraverso incontri su temi specifici con docenti qualificati, che sono a vostra disposizione per comunicarvi i risultati dei loro studi, le loro idee e le loro esperienze nei diversi campi della scienza, dell’etica, della filosofia, della teologia e dell’arte;

-di conoscere e condividere lo stile di vita delle comunità religiose che ci ospitano, in luoghi consacrati da secoli di esperienza di vita spirituale, di meditazione e di preghiera presso alcune delle abbazie monastiche e santuari più famosi e suggestivi in Italia;

-di vivere alcuni giorni in un clima di tranquillità e amicizia, dialogando e confrontandosi serenamente con chi condivide comuni interessi e il medesimo desidero di conoscere.

I luoghi che frequenteremo sono quelli che abbiamo già sperimentato felicemente nelle passate stagioni.
Quest’anno tuttavia abbiamo a disposizione anche una nuova località: il Santuario–Basilica della Natività di Maria santissima di Vicoforte (CN), stupendamente collocata e ben attrezzata, che ci ospiterà nell’ultima settimana di agosto.

I titoli delle settimane permettono di scegliere tra una vasta gamma di argomenti e problematiche che riteniamo tra i più vivi, attuali e urgenti nella cultura e nella realtà sociale in cui viviamo.
Quello che spesso oggi manca nella vita frenetica che conduciamo non è tanto la possibilità di essere informati o di poter fare della scelte, ma il tempo e il clima adatto per riflettere e vagliare quello che ci viene comunicato, e per compiere giudizi e deliberazioni ponderate, consultando e consigliandosi con chi è disposto ad ascoltarci e a risponderci in modo competente e disinteressato.

Noi desideriamo continuare a offrire, a quanti di voi tornano alle nostre settimane, questo tempo di riflessione e questo spazio sereno e familiare di dialogo e di confronto che avete già sperimentato nelle estati passate; e siamo convinti che quanti di voi parteciperanno per la prima volta a questa esperienza non rimarranno delusi.

Ultimi interventi

Vedi tutti