Questo sito contribuisce alla audience di

1) Orlando Furioso

Il primo canto dell'Orlando Furioso

Le donne, i cavallier, l’arme, gli amori,

le cortesie, l’audaci imprese io canto,

che furo al tempo che passaro i Mori

d’Africa il mare, e in Francia nocquer tanto,

seguendo l’ire e i giovenil furori

d’Agramante lor re, che si diè vanto

di vendicar la morte di Troiano

sopra re Carlo imperator romano.

Dirò d’Orlando in un metesmo tratto

cosa non detta in prosa mai né in rima:

che per amor venne in furore e matto,

d’uom che sì saggio era stimato prima;

se da colei che tal quasi m’ha fatto,

che ‘l poco ingegno ad or ad or mi lima,

me ne sarà però tanto concesso,

che mi basti a finir quanto ho promesso.

Piacciavi, generosa Erculea prole,

ornamento e splendor del secol nostro,

Ippolito, aggradir questo che vuole

e darvi sol può l’umil servo vostro.

Quel ch’io vi debbo, posso di parole

pagare in parte e d’opera d’inchiostro;

né che poco io vi dia da imputar sono,

che quanto io posso dar, tutto vi dono.

Commenti dei lettori

(Inserisci un commento - Nascondi commenti anonimi)
  • Davide

    06 Nov 2008 - 18:32 - #1
    0 punti
    Up Down

    Non è il primo canto.. questo è il proemio! XD
    il primo canto è fatto da 76 ottave (da 8 versi ciascuna quindi!)… sono + o meno 14 pagine!
    :D

Ultimi interventi

Vedi tutti

Link correlati