Questo sito contribuisce alla audience di

Tre candidati

Storia sufi.

Tre uomini penetrarono fino al circolo di un Sufi, chiedendo di venire ammessi ai suoi insegnamenti. Uno di essi se ne distaccò quasi subito irritato dal comportamento bizzarro del maestro. Al secondo (per suggerimento del maestro) fu detto che il saggio era truffaldino ed egli per questo si ritirò poco dopo. Al terzo fu permesso di parlare, ma non gli fu offerto di insegnare per tanto tempo che egli perse ogni interesse e abbandonò il circolo. Quando furono tutti andati via il maestro così insegnò ai discepoli:
“Il primo dei tre uomini illustrava questo principio: ‘Non giudicate a prima vista fatti fondamentali’, il secondo illustrava questo precetto: ‘Non giudicate cose di grande importanza da ciò che ascoltate’. Il terzo costituiva esempio al detto: ‘Non giudicate mai dai discorsi, o dalla mancanza di essi’”.

Essendogli stato chesto da un discepolo perché gli aspiranti non avrebbero potuto venire istruiti su queste questioni, il saggio replicò: “Io sono qui per impartire una conoscenza di livello superiore, non ad insegnare quel che la gente presume di aver già appreso sulle ginocchia della madre”.

Le categorie della guida