Questo sito contribuisce alla audience di

Perdendo tutto, guadagni tutto (Nisargadatta Maharaj)

"Quando realizzi di essere la luce del mondo, realizzi che sei anche il suo amore, che conoscere è amare e amare è conoscere".

La saggezza mi dice che non sono nulla,
L’amore mi dice che sono tutto,
E tra i due la vita fluisce.

Tutto ciò che vuoi è essere felice
Tutti i tuoi desideri, qualunque essi siano,
Sono il desiderio della felicità.
Basilarmente desideri il tuo bene
Il desiderio in sé non è sbagliato.
E’ la vita stessa, la spinta a crescere
in conoscenza ed esperienza.
Sono le scelte che fai che sono sbagliate.
Immaginare che qualche piccola cosa
- cibo, sesso, potere, fama -
ti renderanno felice è ingannare se stessi.
Solo qualcosa vasto e profondo come il tuo Sé reale
Può renderti veramente e durevolmente felice.

Il cercatore, è colui che cerca se stesso.

Rinuncia a tutte le domande tranne una: “Chi sono io?” Dopotutto l’unica cosa di cui sei certo è che sei. L’”io sono” è certo. “Io sono questo” non lo è. Lotta per scoprire chi sei in realtà. Per sapere che cosa sei, devi prima esaminare e conoscere che cosa non sei.

Scopri tutto quello che non sei ­- corpo, sensazioni, pensieri, spazio, tempo, questo o quello - nulla di concreto o astratto che percepisci può essere te. L’atto stesso di percepire mostra che tu non sei ciò che osservi. Più chiaramente comprendi questo a livello mentale, che tu puoi essere descritto solo in termini negativi, più rapidamente giungerai alla fine della tua ricerca e realizzerai che sei l’essere illimitato.

E’ semplice, aperto, chiaro, bello e gioioso.
Conosci te stesso per essere il testimone immutabile della mutevole mente.

La mente è interessata a ciò che accade, mentre la consapevolezza è interessata alla mente stessa.
Il bambino insegue il giocattolo, ma la madre guarda il bambino, non il giocattolo.

Quando realizzi di essere la luce del mondo,
realizzi che sei anche il suo amore,
che conoscere è amare e amare è conoscere.

Non aver timore della libertà dal desiderio e dalla paura.
Ti permette di vivere una vita così differente da quanto conosci,
tanto più interessante e intensa, che veramente perdendo tutto, guadagni tutto.

La libertà di fare quanto a uno piace
È davvero legame,
mentre essere liberi di fare quanto uno deve, ciò che è giusto
è reale libertà.

E’ sempre ciò che è falso che ti fa soffrire,
il falso desidera e teme,
il falso valuta e immagina,
le false relazioni tra la gente.

Abbandona il falso e sei libero dalla sofferenza; la verità rende felici e libera.

I pensieri sono i concetti degli altri,
hai costruito tante cose attorno a te
che ti sei perduto da te stesso.

La Rete che tessiamo
Guarda la rete e le sue molte contraddizioni.
Fai e disfi ad ogni passo
Vuoi la pace, l’amore e la felicità
E lavori forte per creare sofferenza, odio e guerra.

Vuoi la longevità e mangi troppo,
vuoi l’amicizia e inganni.
Riconosci che la tua rete è fatta di tali contraddizioni
E rimuovile.
Lo stesso vedere le farà andare via.

Sei destinato all’illuminazione.
Coopera con il tuo destino,
non andare contro esso
non contrastarlo.
Permettergli di realizzarsi.

L’illuminazione non può essere ottenuta, né forzata. Può solo succedere
Può apparire solo quando gli è dato
Uno spazio vuoto in cui apparire

La memoria è una buona serva ma una cattiva padrona.

L’atteso potrebbe non accadere mai
Ma l’inaspettato verrà certamente.

In ogni modo usa il tuo corpo per lavorare nel mondo, ma, comprendi che cosa è. Il corpo è solo lo strumento da usare: tu non sei il corpo. Tu sei l’eterno principio, senza tempo e spazio
Che dà ascolto a questo corpo. Tu non sei nel corpo, il corpo è in te.

C’è in te il cuore dell’essere
Che è oltre l’analisi, oltre la mente.

Le categorie della guida

Link correlati