Questo sito contribuisce alla audience di

Suggerimenti dai Dalai Lama (di Gilles Von Grasfdorff)

Brani di diversi dalai lama su temi vari.

NGAWANG LOBSANG GYATSO - QUINTO DALAI LAMA

Da tempi immemorabili, io e tutti gli altri, abbiamo vissuto innumerevoli
rinascite, E ogni essere senziente ci e’ stato genitore a piu’ riprese, E ha
dimostrato grande bonta’ verso di noi. Possa io guardare con amore, rispetto
e compassione tutti gli esseri viventi, E sbarazzarmi delle abitudini
egoiste alla radice. Preoccuparmi soltanto della felicita’ degli altri, ecco
la natura del cammino del Bodhisattva. Possa io avere il coraggio di mettere
in pratica l’abbandono di ogni comodita’ personale, a beneficio della
felicita’ e del benessere del mondo.

GENDUN DRUB - PRIMO DALAI LAMA - ATTACCAMENTO

Non entrare in vani alterchi. Non compiacerti di parole. Se possibile,
pratica come ti e’ stato insegnato. E se lo farai, anche gli dei saranno
appagati. Accettare i desideri dell’amica che mi e’ cara Distruggerebbe la
mia sola possibilita’ di accogliere il Dharma, Ma, raggiungendo
l’eremitaggio, il mio ritiro solitario Certo le spezzero’ il cuore tenero e
affettuoso. L’amore deve nascere dalla volonta’ individuale di prendere
coscienza, ripetutamente, delle sofferenze degli esseri senzienti. Per
conferire intensita’ e vigore all’amore cosi’ provato, si deve sottolineare
un certo modo di considerare gli altri, prossimo alla compassione; poiche’,
secondo la nostra natura, quando si vede un nemico allontanarsi
dall’infelicita’, e’ possibile non soltanto sostenere tale evoluzione, ma
anche provarne una certa soddisfazione Tutti gli esseri dotati di coscienza
ci sono stati genitori, nel corso delle innumerevoli vite anteriori; medita
su questo e da’ origine all’amore e alla compassione per tutti. La radice
della grande via dell’illuminazione e’ la meditazione sui due spiriti del
Risveglio: L’aspirazione altruistica alla natura di Budda, Mezzo supremo per
aiutare il mondo; la saggezza che percepisce direttamente l’Ultimo, la vacua
natura delle cose. Abbi cari questi due strumenti, come gli occhi e le
gambe.

NGAWANG LOBSANG GYATSO - QUINTO DALAI LAMA

Diventare amico di persone difficili da capire, che si amano e si detestano
in modo instabile, significa cercar rifugio in un’abitazione umida e
devastata.

AMBIENTE

Devono essere fatti sforzi reali per salvaguardare l’ambiente naturale in
Tibet. Il nostro paese non dovrebbe essere utilizzato per la produzione di
armi nucleari e lo stoccaggio di scorie radioattive. I tibetani provano un
grande rispetto per tutte le forme di vita e questo sentimento naturale e’
rafforzato dalla loro fede buddista, che proibisce di nuocere a qualsiasi
essere, umano o animale. Prima dell’invasione cinese, il Tibet godeva di un
ambiente ecologico unico e costituiva un santuario intatto, protetto
dall’inquinamento. E’ triste constatare come, negli ultimi decenni, gli
animali selvatici e le foreste del Tibet siano stati quasi totalmente
distrutti dai cinesi; le conseguenze sul fragile ecosistema del paese si
sono rivelate devastanti. Cio’ che resta dev’essere preservato, ed e’
necessario impegnarsi perche’ il Tibet ritrovi il suo equilibrio
ecologico. - La Cina non prevede soltanto di gettare nel nostro paese le
proprie scorie, ma di accumularvi anche quelle di altri paesi, che fin d’ora
hanno firmato accordi allo scopo di sbarazzarsi dei propri rifiuti tossici.
Il pericolo e’ evidente. L’indifferenza e la negligenza cinesi di fronte
all’ambiente delicato del Tibet costituiscono una minaccia diretta per la
generazione attuale, ma anche per quelle future.

TENZIN GYATSO - QUATTORDICESIMO DALAI LAMA – AMORE

Contempla tutti gli esseri senzienti, poiche’ tutti desiderano la felicita’
e rifiutano le sofferenze. La meditazione sull’amore dovra’ inizialmente
essere affrontata prendendo come modello di visualizzazione la propria
madre. Poi, successivamente, il praticante visualizzera’ suo padre, i
congiunti, gli amici, gli sconosciuti, i nemici e tutti gli esseri dotati di
coscienza. Egli li contemplera’, pensando che ciascuno di essi e’ stato sua
madre in una vita anteriore; poi constatando che ora essi sono lontani dalla
letizia, dovra’ avere quest’aspirazione: “Possano conoscere la felicita’ e
le sue cause. Possano sempre rimanere in essa”. Il segno del fatto che si e’
progredito in questa forma di meditazione, e’ che si comincia ad auspicare
la felicita’ di tutti gli esseri, con la stessa intensita’ con cui i
genitori desiderano la gioia del loro unico figlio.

GYALWA GENDUN GYATSO - SECONDO DALAI LAMA

Regola il corso della tua vita nell’amore, Proteggi la vita degli uomini,
quella degli animali; Nutri la poverta’, allevia la sofferenza. Nutrimento e
bevanda, pillole e rimedi…

NGAWANG LOBSANG GYATSO - QUINTO DALAI LAMA

L’anno scorso, una messe verde e giovane… Finisce quest’anno in covoni
avvizziti, Secca e curva; la giovinezza e’ invecchiata; Nelle terre del Sud,
ci si saluta cosi’. O amore mio, il mio cuore si spegne Al pensiero d’averti
potuto sposare; Saresti al mio braccio, come il gioiello prezioso Che
l’oceano scopre nelle pieghe dei suoi drappi.

RIGDZIN TSANGYANG GYATSO - SESTO DALAI LAMA

Uno spirito onnisciente non sarebbe in grado di trovare un solo essere
vivente, che nessun legame colleghi ad esistenze anteriori; dunque…
Ciascuno ha certamente fatto per te quanto tua madre in questa vita; Medita
sugli esseri che ti sono stati genitori, poi… Ricordati sempre della loro
bonta’ infinita. Sapendo che tutte le creature ci sono cosi’ vicine, In
quale idiota non sorgerebbe l’augurio altruistico dell’illuminazione?
Apprezza la loro bonta’; quest’idea crescera’ in te Quando, meditando
sull’amore, non farai piu’ differenza tra amici e nemici.

KELSANG GYATSO - SETTIMO DALAI LAMA – APPARENZE

Gli spiriti leggeri sfarfallano, senza soffermarsi, Verso attivita’ senza
importanza, E si lasciano sempre trascinare laddove non desiderano recarsi.

Ah! Una vita cosi’ preziosa e’ dunque sprecata, Se non si scorge che un bel
fisico altro non e’ che artificio; Che qualsiasi cosa sia detta, le parole
intrecciano sempre una trama di menzogne; Che l’essere piu’ brillante in
apparenza, in fondo non e’ che un idiota.

RIGDZIN TSANGYANG GYATSO - SESTO DALAI LAMA

La dolce adorata che mi amo’ di vero amore, fu data a un altro da sposare.

Di languore gia’ tanto per lei soffro, Che, frustrato, ancor s’emacia il mio
fragile corpo.

RIGDZIN TSANGYANG GYATSO SESTO DALAI LAMA – AUGURIO

Possa il mondo colmarsi di praticanti puri, Preparati nei tre campi, E
impegnati nello studio costante del Dharma. Possano, fintantoche’ le
esistenze del Samsara non saranno state eliminate, restare presenti gli
insegnamenti buddisti, Sempre e ovunque.

GYALWA GENDUN GYATSO - SECONDO DALAI LAMA

Possa tutta l’energia dei meriti agire come un gioiello reale che esaudisce
desideri. Per i bisogni di tutti gli esseri viventi. Possa essa generare
bonta’ e prosperita’, diffondendosi in tutti i regni dell’universo.

Le categorie della guida

Link correlati