Questo sito contribuisce alla audience di

Ramana Maharshi e la scoperta del Sé

Conferenza di Gianfranco Bertagni.

Prima di parlare di Ramana Maharshi, vorrei dire due cose riguardo alla filosofia di fondo – se possiamo chiamarla così – all’interno della quale si muove il suo insegnamento. È chiamata Vedanta, e il Vedanta è uno dei sei sistemi classici (darshana) della filosofia indiana. Vedanta significa fine dei Veda, conclusione dei Veda, e i Veda, come sappiamo, costituiscono la letteratura sacra più antica dell’India, anzi del mondo. I testi tipici, fondamentali, caratteristici della tradizione vedanta, i veri e propri pilastri di questa forma di spiritualità sono la famosissima Bhagavadgita, le upanisad e i brahma sutra.
All’interno di questa filosofia, il vedanta, si sono sviluppate diverse dottrine, diverse scuole, differenti teorie. Resta comunque che alcuni elementi centrali sono propri di tutta la tradizione vedanta: l’esistenza di un Sé nell’uomo, l’atman, perfetto, immutabile, sostanzialmente in un rapporto di identità con l’Assoluto, il divino universale, il Brahman; quindi l’esigenza della realizzazione del proprio Sé, l’ottenimento di una piena consapevolezza del Sé divino nell’uomo, realizzazione che conduce alla liberazione, allo svincolamento dalla catena delle trasmigrazioni, delle continue rinascite, che lega l’uomo a questo mondo

Per leggere l’intera conferenza clicca qui.

Le categorie della guida