Questo sito contribuisce alla audience di

Melo ritorna, senza scuse

Dopo 3 giornate di squalifica, torna Felipe Melo, che però non ha voluto scusarsi per il brutto gesto dopo Fiorentina-Cagliari.

Felipe Melo

Squalifica ridotta da 5 a 3 giornate. Evviva. Domenica a Catania Felipe Melo tornerà. Intervistato ieri in conferenza stampa, ha sottolineato di non voler chiedere scusa riguardo ai fattacci del dopo Fiorentina-Cagliari, perchè “io non ho fatto niente“.

Massima simpatia per il giocatore. Però, è pur vero che, fosse anche stato aggredito, avesse anche la colpa minore in tutta questa faccenda, se anche il misfatto fosse in realtà quasi totalmente opera del cagliaritano Lopez, è innegabile che qualche cosa Felipe l’abbia fatta.

Non doveva reagire, e ha reagito. Doveva essere superiore, trattenersi, voltare le spalle all’agguato e andarsene, e invece ha perso la testa. Comprensibile certo: questi sono milionari, ma sono pur sempre esseri umani, non robot nè alieni. Sarebbe successo a tanti altri, nella vita comune, tra le persone “normali”. Ti provocano, magari ti insultano, e tu vai fuori di testa e reagisci. Ok, ci sta. Non facciamo ridicoli moralismi, please.

Però, insomma… se è vero che la Fiorentina è e dev’essere un esempio per tutti, di lealtà e correttezza, allora una parolina di scuse era comunque sacrosanta. Non per aver lasciato la squadra senza di lui per 3 partite, ma per un gesto di cui probabilmente tutti i tifosi, anche i bambini, hanno sentito parlare.

Ripeto, nessun moralismo fantoccio. Però, un semplice “ho reagito e non dovevo farlo, me ne dispiace” sarebbe costato molto poco, ma avrebbe avuto grande valore.

Pazienza. Tiriamo avanti. Forza Viola. Bentornato Felipe. Però… peccato.

Fonte [foto]