Questo sito contribuisce alla audience di

A Firenze è Jovetic mania!

Magliette e parrucche che vanno a ruba, paragoni importanti... tutti pazzi per Stevan.

Stevan Jovetic

A Firenze, impazza la “Jovetic Mania“. Le prodezze del giovane talento montenegrino lo ha ormai reso idolo assoluto del popolo Viola, e i paragoni si sprecano. Io stesso ho pronunciato il nome di Roberto Baggio, mentre ad esempio Mario Sconcerti oggi a Sky ha rilevato le attinenze di Stevan con il gioco di Totti e addirittura Cruyff.

Andiamoci piano, ovviamente. Le doti da fuoriclasse ci sono, questo è indiscutibile, e se l’anno scorso, oltre alla discontinuità, imputavamo a Stevan la difficoltà di essere freddo e concreto sotto porta, sembra davvero che come per magia questi limiti si siano dissolti nell’arco di poche settimane.

Dovrà comunque ora essere bravo lui, a non farsi fagocitare dalla pressione mediatica che da adesso in poi inevitabilmente gli peserà sulle spalle in ogni partita. E dovrà essere bravo anche Prandelli, a gestitlo e aiutarlo a rimanere con i piedi per terra.

Intanto però, Firenze è pazza di Jovetic, e sulle bancarelle vanno a ruba sia le magliette con il suo nome, sia le parrucche ricciolute che ricalcano la sua particolare capigliatura. Bambini e adulti, giovani e meno giovani, volano sulle ali dell’entusiasmo grazie alle sue prodezze, e i commercianti fanno festa.

Tutto bellissimo. Senza perdere la testa, però. Firenze è passionale, innamorata, viscerale, nel bene e nel male, lo sappiamo benissimo. E’ consigliabile però trovare anche un pochino di equilibrio, per preservare questo clamoroso talento che potrà continuare a regalarci tante e tante soddisfazioni.

Fonte [foto]