Questo sito contribuisce alla audience di

Fiorentina-Bologna 1-2: commento

Gelo al Franchi. La Fiorentina perde in casa con il Bologna. Orrendo primo tempo, e ripresa sfortunata.

serie a logo

Un disastro. Una sconfitta imprevista, che brucia tantissimo, e che complica terribilmente la classifica. Il Franchi, fino all’anno scorso fortino impenetrabile, diventa ora terra di conquista anche per il Bologna (dopo Napoli e Parma). La Fiorentina gioca un primo tempo disastroso, poi reagisce ed è anche parecchio sfortunata. Una battuta d’arresto davvero difficile da digerire.

L’inizio è piuttosto sottotono. I ritmi non sono alti, e i Viola non sembrano in gran giornata. Ci provano Marchionni e Montolivo, senza successo. Poi al 27° Felipe rinvia male all’interno della propria area, Gobbi si addormenta e si perde Gimenez, e arriva il gol dello 0-1. La Fiorentina prova a reagire, ma è abulica e crea poco. Ogni volta che il Bologna supera la metà campo, è il panico generale. Gamberini stende Di Vaio, l’arbitro fischia il rigore poi per fortuna ci ripensa. Marchionni è atterrato nell’altra area, sembra un rigore abbastanza netto per i Viola, ma il direttore di gara non la pensa così. Al 44°, sull’ennesimo contropiede, Di Vaio uccella tutta la difesa gigliata, Frey compreso, ed è 0-2. Gelo totale al Franchi.

La ripresa vede una Fiorentina più tonica, che cerca di stringere in assedio il Bologna cercando la complicata rimonta. Ma la difesa rischia un paio di volte di subire anche lo 0-3. Al 6° minuto il solito imperioso Vargas mette in mezzo un cross strepitoso, e Mutu di testa trova il gol dell’1-2. Sembra l’inizio della riscossa, ma il tempo passa e il pareggio non arriva. La Fiorentina ci prova più volte: Santana si mangia un gol fatto davanti alla porta, Viviano compie super parate su Vargas e Gilardino, la fine si avvicina, e al 92° un gran tiro da fuori di Montolivo è ancora respinto da Viviano in calcio d’angolo. Niente da fare.

Finisce così, una sconfitta tremenda, in cui la Fiorentina paga un bruttissimo primo tempo e amnesie difensive purtroppo costanti in questo periodo. Ora arrivano le due durissime trasferte a Cagliari e Palermo. La zona Champions si allontana. Definitivamente? Speriamo di no.