Questo sito contribuisce alla audience di

Mutu positivo... ancora

Il rumeno trovato positivo anche a Fiorentina-Lazio del 20 gennaio. Cosa rischia ora?

Mutu fiorentina

Si susseguono di ora in ora le notizie e gli aggiornamenti riguardo alla situazione di Adrian Mutu.

La prima parte della giornata era stata foriera di buone notizie. Esponenti della commissione antidoping avevano infatti dichiarato che la positività di Adrian alla sibutramina non potrà probabilmente essere considerata come una recidiva, in quanto il primo caso riferito al giocatore rumeno (l’assunzione di cocaina scoperta quand’era al Chelsea) faceva riferimento a un controllo interno alla sua passata società, e non ufficiale. La non-recidività avrebbe quindi in teoria dovuto allontanare la paura di una condanna pesantissima, tanto che già si iniziava a supporre una sospensione di soli tre mesi.

Poche ore dopo, però, un’altra mazzata. Mutu è stato trovato positivo, per la stessa sostanza, anche a Fiorentina-Lazio del 20 gennaio, partita in cui Adrian realizzò una doppietta. A ben guardare, è ovvio e normale che una sostanza presente nelle analisi dell’atleta il 10 gennaio risulti ancora visibile pochi giorni dopo. Questa doppia positività, però, potrebbe in ogni caso peggiorare la situazione.

Lasciando perdere i vaneggiamenti di Lotito (che ora vorrebbe la ripetizione della partita di Coppa Italia), una cosa è certa: indipendentemente da come andrà (sembra nel frattempo che Mutu abbia deciso di non chiedere nemmeno le controanalisi), la stagione di Mutu è purtroppo finita qua. La stagione, ma speriamo almeno non la carriera.

Fonte [foto]