Questo sito contribuisce alla audience di

Della Valle: la Cittadella fuori Firenze

Il patron Diego riapre il discorso Cittadella, dichiarando di essere pronto a "far traslocare" la squadra.

diego della valle

Il discorso Cittadella è chiuso. O forse no.

Poco tempo fa, attraverso dichiarazioni piuttosto sconfortate, Andrea Della Valle aveva detto che ormai la questione era da considerarsi archiviata, per le troppe difficoltà logistiche, burocratiche e politiche che avevano impedito di dar luogo al progetto a lungo covato dai proprietari della Fiorentina. Ora però, con un’intervista rilasciata a La Stampa, il patron Diego cambia rotta, e si dice pronto, se necessario, a portare la squadra fuori da Firenze.

“La Cittadella è uno strumento per permettere di colmare il gap economico con le altre grandi squadre di serie A, un modo per autofinanziarci. I profitti potevano essere usati per consentire alla squadra di avere un budget più alto. Renzi può anche costruire lo stadio, ma la Fiorentina gioca dove vogliamo noi, lo stadio può migliorare la qualità di vita di un quartiere, ma a livello di budget per la Fiorentina non risolve nulla. Stiamo pensando di portare la squadra a giocare fuori da Firenze…. per avere una squadra competitiva e forte è necessaria la Cittadella dello sport, se non sarà possibile farla a Firenze, siamo pronti a cercare in altri Comuni”.

Parole dunque battagliere e interessanti, anche se ora, vista la traballante situazione, sarebbe meglio concentrarsi sul campo, per dare un volto diverso a questa tremebonda stagione.

Fonte [foto]