Questo sito contribuisce alla audience di

Juventus-Fiorentina 1-1: pagelle

Quasi tutti bene, tranne la sciagura Felipe. Grandissimo Vargas, positiva la difesa, Donadel vero capitano.

fiorentina giglio

Boruc = 6,5
Decisivo, nel bene e nel male. Sempre sicuro per 80 minuti, una parata fantastica su Chiellini, e poi, purtroppo, il gol, sul quale appare indeciso, frenato forse anche da un problema alla spalla.

Comotto = 6,5
Concentrato, fa tutto quel che può per arginare l’attacco bianconero, e dalla sua parte si soffre poco.

Gamberini = 6,5
Molto bene, chiude quasi tutte le azioni offensive dei padroni di casa con grande autorità.

Camporese = 6,5
Il ragazzo conferma tutto quanto di buono si era intravisto a Milano: sicurezza, concentrazione, personalità. Poi si infortuna, pure lui.

Felipe = 4
Quando entra in campo si respirano presagi di sciagura, e infatti riesce a farsi cacciare dopo pochi minuti. Un flagello assoluto. La peggiore operazione di mercato mai fatta da Corvino.

Pasqual = 6,5
Riesce a contenere Krasic: un miracolo. Forse la sua miglior partita negli ultimi due anni. Alleluia. Bravissimo…. una volta tanto.

D’Agostino = 6,5
Molto utile nel distruggere il gioco avversario, meno ispirato in impostazione, ma il suo lavoro lo fa bene.

Donadel = 7
Grinta e cuore da vero capitano, nonostante i consueti limiti di qualità. Corre per due, per tre, per quattro.

Vargas = 7,5
Su queste pagine non ho mai smesso neppure per un istante di sostenere come il peruviano sia fondamentale per questa squadra. Stasera lo ha dimostrato, una volta di più.

Ljajic = 6
Qualche buona giocata, è ordinato in campo, ma da lui ci si aspetterebbe qualche lampo in più.

Santana = 6
Più utile in ripiegamento difensivo che in avanti, dove dirige alle stelle due conclusioni da buona posizione.

Gilardino = 6
Si batte, aiuta la squadra e cerca di tenerla su. Poi l’infortunio. Mancava solo lui. Incredibile.

Babacar = 6
Certo, non è Gilardino. Un paio di buona giocate comunque le mette in mostra.

Marchionni = s.v.

Mihajlovic = 6,5
La sua Fiorentina, come a Milano, è compatta, solida, concentrata, operaia nel senso migliore del termine. Stasera non fa errori, e ottiene quel che può, nonostante i mille infortuni.