Questo sito contribuisce alla audience di

Lo sfogo di Diego Della Valle (1)

Fluviale conferenza stampa ieri del patron Viola, che ha trattato diverse tematiche legate alla Fiorentina.

diego della valle

Ieri è stato il giorno di Diego Della Valle. Il patron Viola è arrivato a Firenze, ha salutato la squadra, e ha tenuto una lunga conferenza stampa, in cui si è tolto parecchi sassolini dalle scarpe, cogliendo l’occasione per spaziare su vari argomenti che hanno tenuto banco nell’ambiente gigliato negli ultimi tempi.

L’occasione in teoria doveva essere la risposta alle critiche piovute contro di lui dal giornalista Oliviero Beha, ma poi il realtà Diego ha voluto percorrere diversi sentieri, toccando punti di varia natura e scatenando anche qualche ulteriore polemica.

Forte e decisa è stata la difesa di tutto l’operato compiuto da lui e dal fratello Andrea in questi anni. Diego ha ricordato che la famiglia acquistò la Fiorentina dal niente, in un momento in cui il fallimento dell’era Cecchi Gori aveva fatto tabula rasa, e ha sottolineato come in pochi anni, investendo molto, siano riusciti a riportare la società nelle vette del calcio italiano e anche europeo. Fermo è stato anche l’apprezzamento per come Andrea gestisce la situazione anche senza avere più la carica di presidente, e ancora una volta duro è stato il rimprovero verso quella frangia di giornalisti che a suo dire rema contro l’interesse della squadra (i cosiddetti rosiconi).

Della Valle ha parlato ancora anche di tutte le difficoltà politiche e burocratiche legate al discorso Cittadella, e ha espresso l’intenzione di proseguire nel cammino tracciato in questi anni, con la consueta voglia e passione…

(continua)

Fonte [foto]