Questo sito contribuisce alla audience di

Fiorentina-Lecce 1-1: commento

Un'orribile Fiorentina raccatta il pareggio dopo aver seriamente rischiato di perdere.

fiorentina lecce

Un’agonia senza fine. Questa in sintesi la stagione della Fiorentina 2010/11.

Una società che non spende più, fa promesse a vanvera ed è in palese confusione. Un direttore sportivo che non azzecca più un acquisto da oltre un anno. Un allenatore mediocre. Giocatori che hanno la testa altrove e/o non si reggono in piedi. Un impianto generale che continua a fare acqua da tutte le parti, e a collezionare prestazioni imbarazzanti. Complimenti a tutti.

Per pochi giorni, dopo la vittoria in rimonta con il Brescia e il bel pareggio a Napoli, ci eravamo illusi di aver finalmente dato una svolta a questo campionato osceno. E invece no, siamo stati riportati subito in Purgatorio, grazie all’ennesima partita inguardabile tra le tante collezionate dalle marionette Viola negli ultimi mesi.

La Fiorentina è stata in balia del Lecce dall’inizio alla fine, ha raccattato per i capelli un pareggio non meritato, e ha rischiato seriamente di perdere. Difesa colabrodo, centrocampo a pezzi, attacco nullo, allenatore addormentato. Siamo stati salvati dal solito Gilardino, dal buon samaritano Di Michele (che dopo aver segnato lo 0-1 ha sbagliato il rigore dello 0-2) e da altri errori sottoporta dei pugliesi. La barca ha evitato il tracollo per un soffio, ma si è resa protagonista di un’altra prova a dir poco indegna… e i tifosi, giustamente, ne hanno le scatole piene.

Fonte [foto Poli & Galassi]