Questo sito contribuisce alla audience di

Palermo-Fiorentina 2-4: commento

La Fiorentina trionfa a Palermo, e vince finalmente in trasferta, al termine di una grande rimonta.

palermo fiorentina foto

Dopo questa partita, una sola parola esplode dalle labbra di tutti noi: FINALMENTE !!

Stanchi, sfiduciati e depressi da 24 giornate indecorose e squallide, finalmente possiamo esultare per una soddisfazione forte, concreta e importante, che ridà un minimo di luce a questa stagione buia. Dopo quasi un anno la Fiorentina torna a vincere in trasferta, e lo fa forse nel giorno meno atteso, sul campo di una squadra in grandissima forma, che in casa aveva vinto le ultime 7 partite consecutive. Incredibile, ma vero.

Mihajlovic ritrova Mutu dal primo minuto, e si degna una volta tanto di proporre una formazione giusta e assennata, con due uomini vicino a Gilardino e l’inutile Cerci in tribuna. Con il Fenomeno in campo, là davanti, è tutta un’altra storia, e la sua presenza infonde coraggio e autostima a tutta la truppa Viola. La partenza è infatti promettente, anche se poi, alla prima vera azione offensiva, Pastore gonfia la porta di Boruc. A differenza di altre volte, però, la Fiorentina non si scioglie subito come neve al sole, ma anzi, reagisce bene, fa la partita, e mette sotto i rosanero. Gilardino fallisce due occasioni limpide. Il Palermo è costretto a restare chiuso nella sua metà campo, e raramente riesce a farsi pericoloso in contropiede. Alla terza chance il Gila non sbaglia, e su ottimo assist di Behrami trova il meritatissimo pareggio. Si va negli spogliatoi soddisfatti, per aver visto uno dei migliori primi tempi della stagione.

A inizio ripresa però arriva subito la doccia fredda, Nocerino approfitta di una dormita collettiva della difesa e sigla il 2-1. La Fiorentina, per fortuna, traballa ma non cade, grazie anche a un paio di buoni interventi di Boruc. Nel momento più difficile, arriva quasi insperato il nuovo pareggio, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, per merito del bravo Camporese, al suo primo gol in serie A. Siamo sul 2-2, si ha la netta sensazione che qualcosa possa ancora accadere, e infatti poco dopo, dal nulla, Montolivo si inventa un gran tiro che si stampa sul palo. La Fiorentina ci crede sempre di più, e la partita assume contorni clamorosi quando entra in campo Ljajic. E’ proprio il giovane serbo a mettere in mezzo una bella palla che Bovo spedisce maldestramente nella sua porta. 2-3. Non ci si crede.

Invece è tutto vero, e non è ancora finita, perché in contropiede lo stesso Ljajic serve a Montolivo l’assist perfetto per il 2-4, regalando anche al capitano la soddisfazione di un gol.

Dopo una traversa di Hernandez si conclude la partita. Abbracci e sorrisi per tutti. Un po’ inebetiti, quasi sconvolti, possiamo esultare a pieni polmoni, e lasciarci andare a un urlo liberatorio trattenuto in gola da troppo, troppo tempo: FINALMENTE !!

Fonte [foto]