Questo sito contribuisce alla audience di

Firenze e il calcio

Il "Rinascimento della Fiorentina"

Che Firenze si identificasse ciecamente nella propria squadra di calcio lo si sapeva bene qui a Firenze. Migliaia di persone ogni anno allo stadio, sfide epiche con squadre e piazze di dimensioni e potenzialità maggiori. E poi l’orgoglio di essere fiorentini e quella dignita di tifosi e sportivi che mai è mancata in un lungo anno di nefandezze, delusioni e sconfitte che col campo di calcio avevano poco a che fare.

Ma che adesso tutti, in Italia e all’estero guardino alla Fiorentina e a Firenze come ad un esempio da imitare fa davvero notizia e un po’ di meraviglia persino a noi.

Si perché tutti per un anno hanno seguito le vicende della crisi e del fallimento della squadra. Ostaggi impotenti di un presidente (ndr non pronunciate mai quel nome a Firenze è peggio dell’alluvione) che ha fatto tutto il possibile per distruggere tutto. I Fiorentini hanno sofferto ma non hanno mai mollato. E appena se ne è presentata l’occasione si sono rimboccati le maniche e sono ripartiti con dignità e orgoglio.

Poco importa se dalla C2, poco importa se qualche tifoseria poco sportiva espone miseri striscioni o canta cori di festa per la retrocessione.
Firenze ha da poco superato quota 13.000 abbonamenti e prevede di arrivare a 15.000: è ottava nella classifica italiane di tutte le squadre davanti a squadre come Parma e Torino. Firenze è andata allo stadio in 26.000 al debutto in coppa italia di C2. Firenze è andata in 10.000 ad Arezzo contro la Sangiovannese al debutto in campionato.

E così, a sorpresa, anche il Times, l’illustre giornale inglese, dedica a Firenze, alla Fiorentina e ai suoi tifosi un bell’articolo da portare ad esempio per le squadre inglesi ma non solo. Perché, non dimentichiamocelo, il calcio è in crisi e un ritorno con i piedi per terra non può che far bene.

Ultimi interventi

Vedi tutti

Link correlati